W.E.B. Du Bois: The Souls Of Black Folk

“The Souls of Black Folk” (Oxford World’s Classics, 2008) by W.E.B. Du Bois, published for the first time in April 1903, continues to have a fundamental content in the light of modern but never dormant racial hatreds, discrimination, hostile gaze towards the difference in skin colorThe author, sociologist, historian, essayist, poet, with an attentive and far-sighted gaze, studies the Afro-American condition without ever expressing himself … Continua a leggere W.E.B. Du Bois: The Souls Of Black Folk

Nadine Gordimer: Storia di mio figlio

“Storia di mio figlio” (Feltrinelli, 2015) di Nadine Gordimer è un romanzo intenso che lascia nel lettore la sensazione di aver vissuto una storia dall’interno e che nella vita, in qualche modo misterioso, ogni cosa sia destinata a essere totalmente sconvolta prima che tutto torni al suo posto e al suo normale respiro.È così che un figlio, un padre, una madre, una sorella e un’amante … Continua a leggere Nadine Gordimer: Storia di mio figlio

David Grossman: Sparare a una colomba

“Sparare a una colomba” (Mondadori, 2021) è l’ultimo libro di David Grossman, non un romanzo, ma una raccolta di alcuni suoi interessanti discorsi e articoli a partire dal 2008 fino ai nostri giorni.La scrittura di Grossman mi ha sempre colpito molto per la sincerità e la capacità di equilibrio anche nelle descrizioni più aspre di condizioni reali e personali dolorose e avvilenti, questo libro mi … Continua a leggere David Grossman: Sparare a una colomba

J.M. Coetzee: Diario di un anno difficile

“Diario di un anno difficile” (Einaudi, 2008) di J. M. Coetzee è un romanzo capace di provocare suggestioni forti e intense non tanto per la trama, abbastanza lineare e diretta, quanto per lo stile narrativo a più livelli che inaugura con Coetzee un coinvolgimento del lettore su più piani contemporanei di comunicazione del pensiero.Questa modalità di narrazione a tre livelli, evidente anche dall’impostazione del layout … Continua a leggere J.M. Coetzee: Diario di un anno difficile

Nadine Gordimer: Luglio

“Luglio” (Feltrinelli, 1984) è un romanzo di Nadine Gordimer il cui valore supera la narrazione in sé. Con termini moderni, si potrebbe definire una distopia ambientata in un futuro non lontano dal presente delle lotte contro l’apartheid vissute e lottate dalla stessa autrice in Sudafrica, una distopia in cui assistiamo a un ribaltamento della condizione tra bianchi e neri.Il capovolgimento in cui l’autrice catapulta il … Continua a leggere Nadine Gordimer: Luglio

Martha C. Nussbaum: Coltivare l’umanità

“Coltivare l’Umanità” (Carocci editore, 2020) è un saggio di Martha Nussbaum scritto con grande intelligenza e capace non solo di esprimere il pensiero della studiosa, quanto di renderlo praticabile nelle Università per realizzare l’idea di un’educazione e formazione liberale degli individui e dei gruppi.L’idea di coltivare l’Umanità, infatti, ha origine nel mondo greco classico, ma si pone ancora oggi come una visione possibile con cui … Continua a leggere Martha C. Nussbaum: Coltivare l’umanità

Oscar Wilde: The Happy Prince

Today, to tell the truth, more than a review, mine is a thought on a great author of English literature, Irish actually, whose humanity, despite the criticism and harassment suffered, raises him above any stereotyped thought and makes of him not an “original” character (a “dandy” as he is usually defined), but a free precursor: Oscar Wilde.Wilde’s works of theater are known – The Importance … Continua a leggere Oscar Wilde: The Happy Prince

José Saramago: Il Quaderno

“Il Quaderno” (Feltrinelli, 2009) di José Saramago è una raccolta degli interventi sul blog tra il 2008 e il 2009 che il grande scrittore ha dedicato ad ampio giro a tutti i temi del sociale, culturale e umano, cui sempre è stato legato.Confrontarsi con il pensiero di uno scrittore è sempre un’esperienza intensa, ancora di più lo è quando questo sveste i panni dello scrittore … Continua a leggere José Saramago: Il Quaderno

Ray Bradbury: L’Uomo illustrato

Definire il romanzo di Ray Bradbury “L’Uomo illustrato” (Mondadori, 2017) solo come un romanzo di fantascienza è alquanto riduttivo. Non c’è dubbio che la fantascienza sia implicata, sono tantissimi gli elementi che si riferiscono a questo genere (le astronavi, i razzi, la vita e le creature su Marte, la fine del mondo, la colonizzazione dell’universo, etc.) come non c’è dubbio sulla padronanza dell’autore di intuizioni … Continua a leggere Ray Bradbury: L’Uomo illustrato

David Grossman: La vita gioca con me

“La vita gioca con me” (Mondadori, 2019) scritto da David Grossman con delicatezza e intuito, è certamente un romanzo di qualità. Qualità per il contenuto, qualità per il resoconto di una storia vera di cui non solo l’autore diventa testimone, ma che è in grado di rendere altrettanto testimone il lettore, grazie alla scrittura avvolgente che parla all’interno del pensiero di chi legge invitandolo a … Continua a leggere David Grossman: La vita gioca con me