While Waiting…

The waiting time is often tiring, a thousand and more thoughts chasing and contradicting each other and nothing can be done to reduce the wait or to anticipate the outcome.
It’s a time of anxiety, but also a time where you learn to exercise patience, manage negative thoughts and slowly fall in love with positive ones hoping for them.
The time of waiting is a time in which defining the indefinable is even more an unfathomable and inevitable desire.
When, then, what will become of your time to come depends absolutely on the outcome of waiting, that waiting acquires an almost transcendent and sacred value.
Once again you know that, in any case, you will not be able to go back and that what matters is only what appears before you.
You wait patiently and at the same time build your reaction so that you don’t find yourself unprepared in any case, since neither joy nor sadness for the positive or negative outcome of your expectation must be able to cancel the person you are, aware of your reality and willing to never stop playing the game that life offers you, ups and downs, in a swing that flies beyond the horizons of time and knowledge.
You don’t want to think the worst, but you also can’t indulge in only positive thoughts because, then, how are you going to deal with disappointment?
All that remains is to wait and in the meantime fill your time and your hope with tenderness.

Il tempo dell’attesa è spesso faticoso, mille e più i pensieri che si rincorrono e contraddicono e nulla si può fare per ridurre l’attesa né per anticiparne l’esito.
È un tempo di ansia, ma anche un tempo in cui si impara ad esercitare pazienza, a gestire i pensieri negativi e lentamente innamorarsi di quelli positivi sperandoli.
Il tempo dell’attesa è un tempo in cui definire l’indefinibile è ancora di più un desiderio insondabile e inevitabile.
Quando, poi, dall’esito dell’attesa dipende in assoluto quello che sarà del tuo tempo a venire, quell’attendere acquisisce un valore quasi trascendente e sacro.
Ancora una volta sai che, in ogni caso, non potrai tornare indietro e che quello che importa è solo quello che ti si parerà dinanzi.
Con pazienza aspetti e nel contempo costruisci la tua reazione per non farti trovare impreparato in nessun caso, poiché né la gioia né la tristezza per l’esito positivo o negativo che sia della tua attesa dovranno poter annullare la persona che sei, consapevole della tua realtà e disponibile a non smettere di giocare con la vita al gioco che ti propone, alti e bassi, in un’altalena che vola oltre gli orizzonti del tempo e dello scibile.
Non vuoi pensare al peggio, ma non puoi neanche lasciarti andare solo a pensieri positivi perché, poi, come potresti affrontare la delusione?
Non resta che attendere e nell’attesa riempire di tenerezza il tuo tempo e la tua speranza.

2 pensieri su “While Waiting…

I commenti sono chiusi.