No War Nowhere

No war saves, no war is right, no war is for good, no war is the answer and not even the question of the needs of men.
Every war is a power game played behind and on the skin of those who suffer it helpless in the daily sterile made and withered by their own experience forced to bear a weight that they do not want and did not ask for.
It is so deeply and deeply inhumane and out of time to turn into terror, concrete and psychological … so absurdly out of mind to keep thinking that you can play arm wrestling when the burden of the dispute falls on the shoulders of others … so stupid and bad even just imagining violence in order to assert one’s dominion … so crazy and ridiculous to think or threaten another territory … so much all this that I think not about the intelligence of the human being, but to his utter stupidity.
Human beings, incapable and foolish, who play with life and on life because so much, they believe, concerns others. Weak human beings, unable to give meaning to their actions and inconstant in cultivating harmony and trust.
Wailing and discouraged human beings who, instead of seeking courage and energy together in the search for the other, raise walls and barriers and everything boils down to a power game that is based on the economy and wealth, not on values ​​and relationships.
Human beings, fake and artificial, who complain about everything by hurling themselves against others, but who are unable to build buildings of love rather than those of concrete and iron in which they have locked up their courage to love.
Human beings emptied of meaning and sign, stuffed men with no route or destination, capable of being tough and raising their voices without taking care of the fragility of the people and the earth they want to dominate.
Arrogant and bewildered human beings who find their breath in demolishing, unaware that theirs is a short and acrid breath that tastes only of pain and death.
NO WAR NOWHERE!

Nessuna guerra salva, nessuna guerra è giusta, nessuna guerra è per il bene, nessuna guerra è la risposta e nemmeno la domanda ai bisogni degli uomini.
Ogni guerra è un gioco di potere compiuto alle spalle e sulla pelle di chi la subisce inerme nel quotidiano reso sterile e inaridito del proprio vissuto obbligato a sopportare un peso che non desidera e non ha richiesto.
È talmente e profondamente disumano e fuori dal tempo costituirsi in terrore, concreto e psicologico… talmente assurdamente fuori del senno continuare a pensare di poter giocare a braccio di ferro quando il carico della disputa cade sulle spalle degli altri… talmente stupido e cattivo anche il solo immaginare la violenza allo scopo di affermare il proprio dominio… talmente fuori di testa e ridicolo pensare o minacciare un altro territorio… talmente tutto questo che mi viene da pensare non all’intelligenza dell’essere umano, ma alla sua totale stupidità.
Esseri umani, incapaci e imbelli, che giocano della vita e sulla vita poiché tanto, credono, riguarda gli altri. Esseri umani deboli, incapaci di dare un significato alle proprie azioni e incostanti nel coltivare armonia e fiducia.
Esseri umani lamentosi e scoraggiati che, invece di cercare coraggio ed energia insieme alla ricerca dell’altro, issano muri e barriere e tutto si riduce a un gioco di potere che si fonda sull’economia e la ricchezza, non sui valori e le relazioni.
Esseri umani, finti e artificiali, che si lamentano di tutto scagliandosi contro gli altri, ma che sono incapaci di costruire edifici d’amore piuttosto che quelli di cemento e ferro in cui hanno rinchiuso il proprio coraggio di amare.
Esseri umani svuotati di senso e di segno, uomini impagliati senza rotta né destinazione, capaci di fare i duri e di alzare la voce senza aver cura della fragilità delle persone e della terra che vogliono dominare.
Esseri umani arroganti e smarriti che nel demolire trovano il loro respiro, ignari che che il loro sia un fiato corto e acre che sa solo di dolore e di morte.
NO WAR NOWHERE!

2 pensieri su “No War Nowhere

I commenti sono chiusi.