Commercializing Life

We are anxious to proclaim the right to life, but how much value do we really place on life? Human value, I mean, not the marketable value we are getting used to and which in the very act of being imagined already destroys the true value of life.
It seems to me that life has increasingly become a bargaining chip, like the pound of flesh in W. Shakespeare’s famous opera, The Merchant of Venice.
What drives us to commercialize life, to abuse it to get something in return, to usurp it to punish and offend?
How is it possible to feel in control of the other’s life even blackmailing him and using other lives to get what he thinks is due to us?
How is it possible for a father to kill his son to punish his mother from whom he divorced?
How is it possible for a mother to kill her child because of suspicion of mental illness?
What have we become? What has life become in our hands?
We, adults, who had to protect and help the little ones find their own way! We, adults, who had the difficult task of educating to life and meaning! We, adults, who had to show that we must not be discouraged and that from mistakes we learn fundamental life lessons!
We, adults! What happened to us? What value do we place on life?

Ci affanniamo a proclamare il diritto alla vita, ma quanto valore diamo davvero alla vita? Valore umano, intendo, non quello commerciabile cui ci stiamo abituando e che nell’atto stesso di essere immaginato già distrugge il vero valore della vita.
Mi sembra che la vita sia diventata sempre di più merce di scambio, come la libbra di carne della famosa opera di W. Shakespeare, Il mercante di Venezia.
Che cosa ci spinge a commercializzare la vita, ad abusarne per ottenere qualcosa in cambio, a usurparla per punire e offendere?
Come è possibile sentirsi padroni della vita dell’altro addirittura ricattandolo e usando altre vite per ottenere quanto si ritiene ci sia dovuto?
Come è possibile che un padre uccida suo figlio per punire sua madre da cui ha divorziato?
Come è possibile che una madre uccida suo figlio perché sospetto di malattia psichica?
Che cosa siamo diventati? Che cosa è diventata la vita tra le nostre mani?
Noi, adulti, che dovevamo proteggere e aiutare i piccoli a trovare la propria strada! Noi, adulti, che avevamo il difficile compito di educare alla vita e al senso! Noi, adulti, che dovevamo mostrare che non bisogna scoraggiarsi e che dagli errori si imparano lezioni di vita fondamentali!
Noi, adulti! Che fine abbiamo fatto? Quale valore diamo alla vita?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.