Tenderness

There are people who have everything, all things, but have nothing because they lack the only thing that really matters: tenderness.
They have objects, possessions, riches, privileges, they are surrounded by people, but they are profoundly alone because they lack tenderness.
They are people who scream for power, proclaim wealth and knowledge, but do not know virtue and conscience as they lack tenderness.
They are poor people because they do not know how to offer gifts of tenderness, looks of tenderness, caresses that with tenderness calm the anxieties and pains, fears and worries of those around them. They are eager people who get tired of nourishing the patience of tenderness, but they want everything immediately and, above all, they want it first of all for themselves if not “only” for themselves.
They are sad people who hide the lost sense of a tender humanity in the lights of their false limelight. They are people who lie knowing they are lying, forgetful, perhaps, or just unwary in not realizing that they are also lying to themselves, especially to themselves without ever being able to fill their existential void.
They are treacherous people, but at the same time they do not trust. People who build their time on nothing and in vain, declaring it a full, accomplished, rich and productive time, but who do not know tenderness in their actions, who do not know how to relate to the life of the other, who know and scream only their own name without even listening to him and recognizing him, but they lose what matters most, the tenderness of fully pronouncing another’s name.
What sad people, how empty in their fullness, how much echoing abyss in their screaming in vain!

Ci sono persone che hanno tutto, tutte le cose, ma hanno niente poiché manca loro l’unica cosa che conti davvero: la tenerezza.
Hanno oggetti, beni, ricchezze, privilegi, sono circondate da persone, ma sono profondamente sole poiché manca loro la tenerezza.
Sono persone che urlano il potere, proclamano ricchezza e conoscenza, ma non conoscono virtù e coscienza poichè manca loro la tenerezza.
Sono persone povere perché non sanno offrire doni di tenerezza, sguardi di tenerezza, carezze che con tenerezza acquietino le ansie e i dolori, le paure e le preoccupazioni di chi è loro accanto. Sono persone smaniose che si stancano di nutrire la pazienza della tenerezza, ma vogliono tutto e subito e, soprattutto, lo vogliono prima di tutto per sé se non “solo” per sé.
Sono persone tristi che nascondono nelle luci della loro falsa ribalta il senso smarrito di una tenera umanità. Sono persone che mentono sapendo di mentire, dimentiche, forse, o solo incaute nel non accorgersi che stanno mentendo anche a sé stesse, soprattutto a sé stesse senza mai riuscire a riempire il proprio vuoto esistenziale.
Sono persone infide, ma che nello stesso tempo non si fidano. Persone che costruiscono sul nulla e sul vano il proprio tempo dichiarandolo un tempo pieno, compiuto, ricco e produttivo, ma che non conoscono tenerezza nel loro agire, che non sanno relazionarsi con la vita dell’altro, che conoscono e urlano solo il proprio nome senza neanche ascoltarlo e riconoscerlo, ma perdono ciò che conta di più, la tenerezza del pronunciare pienamente il nome di un altro.
Che persone tristi, queste, quanto vuoto nel loro pieno, quanto abisso senza eco nel loro urlare invano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.