Tell Them

She said looking into their eyes, with a serene face and a firm voice:
-Tell my body that the mind is tired of enduring the labored pace of its path and tell the mind that the body is tired of suffering the agonized sobs of his pain. But also tell them that I do not surrender to the void of nonsense and that I seek a destination for my voice.
Tell every cell, every organ, every seat of life and death that the space between the before and after has run out, but that the will does not yield to the violence of deception, does not give up before the strength of the new that dominates, but smiles and learns.
Tell my smile not to fade away in tears and to cry to flood the hearts of loved ones with caresses. Tell every sense, every fiber of my natural and spiritual being that I am ready to welcome and rejoice in the moment, that I am strong enough to bear the pain of others on my shoulders, that I do not forget the good and that I admire the courage of honest people.
Tell my step to follow its course, not to stop, not to be afraid and at that horizon that already embraces me, remember that there is still a horizon.

Disse guardandoli negli occhi, col volto sereno e la voce decisa:Dite al mio corpo che la mente è stanca di sopportare il passo affannato del suo cammino e dite alla mente che il corpo è stanco di subire i singulti affranti del suo dolore. Ma dite loro anche che non mi arrendo al vuoto del non-sense e che cerco una destinazione alla mia voce.
Dite a ogni cellula, ogni organo, ogni sede di vita e di morte che lo spazio che intercorre tra il prima e il dopo si è esaurito, ma che la volontà non cede alla violenza dell’inganno, non desiste dinanzi alla forza del nuovo che sovrasta, ma gli sorride e impara.
Dite al mio sorriso di non spegnersi in pianto e al pianto di inondare di carezze il cuore degli amati. Dite a ogni senso, ogni fibra del mio essere naturale e spirituale che sono pronta ad accogliere e gioire dell’istante, che sono forte abbastanza da reggere sulle spalle anche l’altrui dolore, che non dimentico il bene e che ammiro il coraggio degli onesti.
Dite al mio passo di seguire la sua rotta, di non fermarsi, di non aver paura e a quell’orizzonte che già mi abbraccia ricordate che c’è un orizzonte ancora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.