Another Day, Another Night

Yet, that night, those nights, they continue to denigrate the human being and humanity. There are many nights in the world, the innocent people massacred even by those who have been victims, the walls built of barbed wire or stone which, although horrible, are even more subtle than the insurmountable ones we have built in our hearts. Walls that we do not want to account for, but we should, along which too many still sink into the abyss in the illusion of living. Nunca mas! Never again, we have said and repeated, letters of two small words that collapse on us for not being able to build the peace that we say we love, but that we bury in the selfishness and individualism of everyday life.

In the video I produced I have deliberately grainy many images because I have a deep respect for the dead, others, however, I left them in the clear so that they remain indelible in our thoughts.

The music that accompanies the images is by Noah, but the lyrics that appear are not the translation of the song but my words.

Eppure, quella notte, quelle notti, continuano a denigrare l’essere umano e l’umanità. Sono tante le notti nel mondo, gli innocenti massacrati anche da chi è stato vittima, i muri costruiti in filo spinato o in pietra che, pur essendo orribili, sono persino più sottili di quelli insormontabili che abbiamo costruito nei nostri cuori. Muri dei quali non vogliamo dare conto, ma dovremmo, lungo i quali troppi ancora nell’illusione di vivere sprofondano nell’abisso. Nunca mas! Mai più, abbiamo detto e ripetuto, lettere di due piccole parole che ci crollano addosso per non aver saputo costruire la pace che diciamo di amare, ma che seppelliamo negli egoismi e nell’individualismo del quotidiano.

Nel filmato da me prodotto ho volutamente sgranato molte immagini poiché ho un rispetto profondo dei morti, altre, invece, le ho lasciate in chiaro affinché restino indelebili nel nostro pensiero.

Il brano musicale che accompagna le immagini è di Noah, ma il testo che compare non è la traduzione della canzone quanto parole mie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.