J. R. R. Tolkien: Beren e Luthien

I am always enchanted by legends or stories that are defined as “fantasy”, but which have a profound narrative structure based on historical and philological competence in order not to neglect poetic and linguistic skills. “Beren e Lúthien” (Bompiani, 2017) by J.R.R. Tolkien, edited by C. Tolkien, son of the great writer and scholar, represents just one of these wonderful charms. “Beren and Lúthien” is the love story between a Gnome and an Elven princess, then between an immortal and a mortal, who face adversity and pain to see their love recognized. Tears, wounds, fear, joy and death are part of a life choice that originates the purity of love beyond discrimination and differences, beyond outrages and loneliness, beyond resentment and revenge. “Beren and Lúthien” is a so-called “rediscovered story”, one of those tales that Christopher, son of J.R.R. Tolkien, found in his father’s manuscripts, extrapolated from more complex narratives taken from “Middle-earth” and offered to the reader in its fullest possible form (although there is a twofold interpretation at the end): a moving model of love and struggle for make it happen. Of moving interest is also the autobiographical element that seems to be at the origin of this narrative. Christopher, in fact, says that his mother often danced with grace in the garden of the house and this image, so romantic and tender, may have given the input to the character of Lúthien who, precisely, through the dance becomes the immediate vision of which Beren falls in love. The entire text is accompanied by comments and notes, from parts in verse that reconstruct the mythology of narration, an excellent work of poetry and prose in which the art of writing and imagination meet to create a living narrative that remains in the heart and in thought.

Resto sempre incantata dinanzi alle leggende o alle storie che si definiscono “fantasy”, ma che hanno una struttura narrativa profonda e fondata sulla competenza storica e filologica per non trascurare la capacità poetica e linguistica. “Beren e Lúthien” (Bompiani, 2017) di J.R.R. Tolkien, a cura di C. Tolkien, figlio del grande scrittore e studioso, rappresenta proprio uno di questi meravigliosi incanti.
“Beren e Lúthien” è la storia d’amore tra uno Gnomo e una principessa Elfa, quindi tra una immortale e un mortale, che affrontano avversità e dolori per veder riconosciuto il proprio amore. Le lacrime, le ferite, la paura, la gioia e la morte sono parte di una scelta di vita che origina la purezza dell’amore oltre le discriminazioni e le differenze, oltre gli oltraggi e la solitudine, oltre il rancore e la vendetta.
“Beren e Lúthien” è una cosiddetta “storia ritrovata”, uno di quei racconti che Christopher, figlio di J.R.R. Tolkien, ha ritrovato nei manoscritti del padre, estrapolato da narrazioni più complesse tratte dalla “Terra di mezzo” e offerto al lettore nella sua forma più completa possibile (sebbene sul finale ci sia una duplice interpretazione): un modello commovente di amore e lotta per realizzarlo.
Di commovente interesse è anche l’elemento autobiografico che sembra essere all’origine di questa narrazione. Christopher, racconta infatti, che la madre spesso danzava con leggiadria nel giardino di casa e questa immagine, così romantica e tenera, può aver dato l’input al personaggio di Lúthien che, appunto, attraverso la danza diviene l’immediata visione di cui Beren si innamora.
L’intero testo è accompagnato da commenti e note, da parti in versi che ricostruiscono la mitologia della narrazione, un ottimo lavoro di poesia e prosa nel quale l’arte della scrittura e dell’immaginazione si incontrano per creare una narrazione viva che resta nel cuore e nel pensiero.

Un pensiero su “J. R. R. Tolkien: Beren e Luthien

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.