Too Many Things in This World

Sometimes I feel the weight of all the things that happen in our world as irrepressible. Indiscriminate violence, but to discriminate, hatred that is superimposed on hatred, interests that exceed other interests. All that should be dialogue becomes a monologue unheard by the same ones who pronounce it while trampling on each other. The experience of one does not become dialogue with the other, but an act of prevarication, knowledge never meets, silence is expressed in indifference and the other, every other disappears consuming in itself every desire for redemption, falling into a tumultuous bottomless cascade every possibility of dissent.
For this, ignorance is rampant. Ignorance of feelings and meaning. Ignorance of the culture that does not grow and does not become an opportunity for growth. For this reason, discrimination resulting from a failed culture can lead a brother to kill his sister because of a different sexual orientation, or a parent to kill his daughter because he chooses different cultural traditions, or a group of rapists to use drugs to take advantage of a girl. , or a group of exhibitionists covered in muscles but with empty heads to slaughter a boy … the only right, the only not out of place in an evening tormented by the agonizing ending.
At the same time, those who have public roles instead of lowering their tones feed them strongly, flaunting a violent power of words which is the failure of any society that wishes to define itself at least democratic if not yet human. At the same time, religious symbols are improperly displayed, used to accentuate any discrimination by igniting hatreds that will feed on their own ashes.
This world, then, really contains too much. The look that runs through the newspapers is tired, looking out on the balcony and looking into the eyes the indifference and indifference between people who should share society, all this becomes really too much. The knee bends as this world transforms into an increasingly unbearable load.
Yet, I know well, and I hope you know too, that one must not give up, that one must not give up in the face of this darkness hidden by the splendor of the things that one benefits from, but which have very little part in recovering the meaning of sleeping humanity. and of the desperate peace that does not die, but lies and barely breathes under a weight that too often carries itself.
Here, let’s hold out our hands together in support of this limping world and let’s write together a new story, a story of meaning, of rout and destunation, of fatigue and conquest, of life that calls life and love that calls love. May our outstretched hands be the support of the world against hatred and violence, indifference and emptiness. May our outstretched hands be not only the symbol of hope, but the concreteness of a reality that is built every moment with constancy and patience, tenacity and freedom.

Mi capita, talvolta, di sentire come incontenibile il peso di tutte le cose che accadono nel nostro mondo. Violenze indiscriminate, ma per discriminare, odio che si sovrappone all’odio, interessi che superano altri interessi. Tutto ciò che dovrebbe essere dialogo diventa un monologo inascoltato dagli stessi che lo pronunciano mentre si calpestano gli uni con gli altri. L’esperienza di uno non diventa dialogo con l’altro, ma atto di prevaricazione, la conoscenza non diventa mai incontro, il silenzio si esplica nell’indifferenza e l’altro, ogni altro, sparisce consumando in sé ogni desiderio di riscatto precipitando in una tumultuosa cascata senza fondo ogni possibilità di dissenso.
Per questo, l’ignoranza dilaga. L’ignoranza dei sentimenti e del senso. L’ignoranza della cultura che non cresce e non diventa occasione di crescita. Per questo, la discriminazione frutto di una cultura fallita può indurre un fratello a uccidere sua sorella perché di orientamento sessuale diverso, o un genitore a uccidere sua figlia perché sceglie tradizioni culturali diverse, o un gruppo di stupratori ad usare droghe per approfittare di una ragazzina, o un gruppo di esibizionisti coperti di muscoli ma con la testa vuota a massacrare di botte un ragazzo… l’unico giusto, l’unico non fuori posto in una serata tormentata dal finale angosciante.
Contemporaneamente, chi ha ruoli pubblici invece di abbassare i toni li alimenta con forza, ostentando un potere violento delle parole che è il fallimento di qualsiasi società che desideri definirsi almeno democratica se non ancora umana. Contemporanenamente, si ostentano in modo improprio simboli religiosi usati per accentuare ogni discriminazione accendendo odi che si nutriranno delle loro stesse ceneri.
Questo mondo, allora, contiene veramente troppo. Lo sguardo che scorre i giornali è stanco, affacciarsi al balcone e guardare negli occhi il menefreghismo e l’indifferenza tra persone che dovrebbero condividere la società, tutto questo diventa veramente troppo. Il ginocchio si piega mentre questo mondo si trasforma in un carico sempre più insopportabile.
Eppure, so bene, e spero sappiate anche voi, che non si deve cedere, che non bisogna arrendersi dinanzi a questa oscurità nascosta dal fulgore delle cose di cui si beneficia, ma che hanno ben poca parte nel recuperare il significato dell’umanità addormentata e della pace disperata che, non muore, ma giace e a stento respira sotto un peso che troppo spesso si porta da soli.
Ecco, tendiamo insieme le mani a sostegno di questo mondo claudicante e scriviamone insieme una storia nuova, una storia di senso, di rotta e destinazione, di fatica e conquista, di vita che chiama vita e amore che chiama amore. Le nostre mani tese siano il sostegno del mondo contro l’odio e la violenza, l’indifferenza e il vuoto. Le nostre mani tese siano non solo il simbolo di una speranza, ma la concretezza di una realtà che si costruisce ogni istante con costanza e pazienza, tenacia e libertà.

Un pensiero su “Too Many Things in This World

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.