News from Now-Here

Ecco la mia nuova pubblicazione: News from Now-Here. Esistenza e finzione (Nulla die, 2020)

Vedete, ci sono gioie, come quella della pubblicazione di un nuovo libro che si costruiscono non solo sulla soddisfazione personale per il lavoro svolto, ma sulla collaborazione e il confronto e la cura con le persone che hanno reso possibile un progetto. Così, al seguente link, potrete accogliere il mio nuovo libro “News from Now-Here. Esistenza e finzione” (Nulla die, 2020) http://nulladie.com/catalogo/402-loredana-de-vita-news-from-now-here-esistenza-e-finzione–9788869152801.html. Un libro che prende vita grazie alla collaborazione di persone per me moto importanti che ringrazio con tutto il cuore: Riccardo Mazzeo, che ha curato la prefazione e che per me, non è solo una persona colta che sa accrescere il dialogo di senso e di valori, ma una persona gentile che sa ascoltare e coinvolgere e che, nel dialogo, è diventato un caro amico; la casa editrice Nulla die, nelle persone di Salvatore Giordano e Massimiliano Giordano, il primo che ha curato l’editing e accolto l’idea lasciando spazio al confronto, il secondo che ha dato la veste grafica e ha curato con intelligenza la copertina rivelando non solo, come sempre, esperienza e perizia, ma grande abilità interpretativa (seguirà la sua interpretazione che lo ha indotto a tale bellissima copertina). Ecco, ve lo porgo così, con la tenera emozione di un lavoro compiuto e con l’abbraccio di tutti colo che ne hanno fatto parte. Ve lo porgo, affinché possiate condividere la gioia e il lavoro, le emozioni e il pensiero, la trasparenza e la dignità di un lavoro che ha il gusto di persone in armonia. Il libro è dedicato a Christian, il mio nipotino, piccolo e carissimo, perché desidero che la sua vita sia sempre piena di significati che nutrono la speranza.

Gentilissima Loredana,

La seconda invece, è di mia libera interpretazione del libro: ho riflettuto molto sulle dinamiche da te narrate e dalle considerazioni nichiliste sull’esistenza o sul suo presunto senso. Ho trovato bizzarro come l’essere umano “inconsapevole” della dimensione individuale o comunitaria abbia una concezione di sé così eterna. E come sappiamo di eterno non c’è nulla (e qui arrivo alla scelta dell’immagine). Anche l’universo si spegnerà in un vuoto cosmico in cui ogni atomo sarà scisso dall’altro disintegrando così tutti i principi di gravità e di spazio tempo esistenti che tutti conosciamo. Insomma, credo sia una meravigliosa metafora della vita perché, nonostante tutto la sera alziamo gli occhi al cielo ed esclamiamo: “Guarda che luna!”. Uno scenario quindi quello spaziale, paragonato all’esistenza umana individuale con tutte le figure che formano l’aspetto comunitario che sembrano quasi orbitarci intorno e con un rassicurante senso di “immortalità” che ci pone al di sopra delle norme sociali e delle leggi fisiche dimenticandoci spesso che la nostra esistenza è dovuta soltanto a un caso cosmico che avviene una volta ogni mille zeri. Per lo stile ho adottato una veste moderna e confinante con il cinematografico. 
Spero di non averti tediato con l’interpretazione, per farla completa ho utilizzato il metodo interpretativo in grafica pubblicitaria del pensiero analogico. 

Rimango a disposizione.
Grazie mille e a presto,
Massimiliano 

Here is my new book: News from Now-here. Esistenza e finzione (Nulla die, 2020)

You see, there are joys, such as that of publishing a new book that are built not only on personal satisfaction for the work done, but on collaboration and comparison and care with the people who made a project possible. So, at the following link, you can welcome my new book “News from Now-Here. Existence and fiction” (Nulla die, 2020) http://nulladie.com/catalogo/402-loredana-de-vita-news-from -now-here-there-and-fiction – 9788869152801.html. A book that comes to life thanks to the collaboration of people who are important to me, whom I thank with all my heart: Riccardo Mazzeo, who took care of the preface and who for me is not only a cultured person who knows how to increase the dialogue of meaning and values , but a kind person who knows how to listen and involve and who, in dialogue, has become a close friend; the Nulla die publishing house, in the persons of Salvatore Giordano and Massimiliano Giordano, the first who edited and welcomed the idea leaving room for comparison, the second who gave the graphic design and intelligently took care of the cover revealing not only, as always, experience and expertise, but great interpretative ability (his interpretation will follow which led him to such a beautiful cover). Here, I offer it to you like this, with the tender emotion of a job done and with the embrace of all those who have been part of it. I offer it to you, so that you can share the joy and the work, the emotions and the thought, the transparency and the dignity of a job that has the taste of people in harmony. The book is dedicated to Christian, my little and dear nephew, because I want his life to be always full of meanings that nourish hope.

Dear Loredana,

The second one, however, is of my free interpretation of the book: I have reflected a lot on the dynamics you narrated and the nihilistic considerations about existence or its presumed meaning. I found it bizarre how the “unaware” human being of the individual or community dimension has such an eternal conception of himself. And as we know forever there is nothing (and here I come to the choice of the image). Even the universe will shut down in a cosmic void where each atom will be split from the other thus disintegrating all the existing principles of gravity and space-time that we all know. In short, I think it is a wonderful metaphor for life because, despite everything in the evening, we raise our eyes to the sky and exclaim: “Look what a moon!”. Therefore, a spatial scenario, compared to individual human existence with all the figures that form the community aspect that seem to orbit us around and with a reassuring sense of “immortality” that puts us above social norms and physical laws, forgetting us often that our existence is due only to a cosmic case that occurs once every thousand zeros. For the style I have adopted a modern look and bordering on cinema.
I hope I have not bored you with the interpretation, to make it complete I used the interpretive method in advertising graphics of analogical thinking.

I remain available.
Thank you very much and see you soon,
Massimiliano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.