Silently Walks Any Sorrow

‘What do you make so fair and bright?’

‘I make the cloak of Sorrow:
O lovely to see in all men’s sight 
Shall be the cloak of Sorrow,
In all men’s sight.’

‘What do you build with sails for flight?’

‘I build a boat for Sorrow:
O swift on the seas all day and night
Saileth the rover Sorrow,
All day and night.’

What do you weave with wool so white?’

‘I weave the shoes of Sorrow:
Soundless shall be the footfall light
In all men’s ears of Sorrow,
Sudden and light.’

Samuel Butler Yeats, The Cloak, the Boat and the Shoes

 

A poem, a great poem of a great and deep poet, Samuel Butler Yeats. A poem that, in my opinion, tells the true about pain and sorrow as well as about happiness and joy, two but one, not enemies but companion, not cases of life but the life itself. It depends on the way you live them, it depends on your true relationship with life.

The fact that sorrow and happiness, pain and joy appear as two different aspects of the same medal, does not mean that they are one the opposite of the other, because they share the same time, the same limit of life as well as its same bond.

 

Una poesia, una grande poesia di un grande e profondo poeta, Samuel Butler Yeats. Una poesia che, a mio avviso, racconta la verità sul dispiacere e sul dolore, nonché sulla felicità e sulla gioia, due ma uno, non nemici ma compagni, non casi di vita ma la vita stessa. Dipende dal modo in cui li vivi, dipende dalla tua vera relazione con la vita.

Il fatto che dolore e felicità, dolore e gioia compaiano come due aspetti diversi della stessa medaglia, non significa che siano l’uno opposto dell’altro, perché condividono lo stesso tempo, lo stesso limite della vita e il suo stesso legame .

 

Il Mantello, la Barca e le Scarpe.  (Adattamento di Luisa Zappa Branduardi)

Cosa stai facendo di così bello?
Cosa stai facendo di così lucente?
Faccio un mantello per il Dolore:
bello a vedersi io lo farò
agli occhi di chi lo guarderà…
un mantello per il Dolore
agli occhi di chi lo guarderà.
Cosa costruisci, dandogli vele?
Dandogli vele per volare?
Costruisco una barca per il Dolore:
chè giorno e notte veloce sui mari
vagabondo il Dolore va…
tutto il giorno, tutta la notte
il Dolore se ne va.

Che cosa tessi con quella lana?
Con quella lana così bianca?
Tesso le scarpe per il Dolore:
silenzioso sarà il suo passo
all’orecchio di chi lo ascolterà…
leggero il passo del Dolore,
improvviso e leggero.

Samuel Butler Yeats, The Cloak, the Boat and the Shoes

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.