In Praise of Humanity

In praise of humanity which is not a word in the mouth of those who are used to exploit its meaning in their favor, but the sound of every whisper breathed to live and work next to each person no matter who this person is or where is she coming from or what the end of her last destination.

There is no humanity built to indulge over our own interests, because no humanity can be built to satisfy any sort of egoism and individualism.  No habit, no custom can be designed to defeat the immense patrimony of the feeling of humanity which is born with the Man as a whole.

We can try to destroy everything thanks to our egoism, but we cannot destroy humanity. The only thing we can do is only to try to offend humanity without realizing that the deepest offense is the one we are doing to our own existence which is as a sort of death even much more before it has begun to live.

Humanity is not a word, it is the substance and the essence we risk to lose by denying the same to the others in the presumption to be human while we are nothing more than the waste of our own lives squandered at the research of nothingness and cremated into a world which does not desire even our ashes.

Humanity is everything, your smile, my smile, your tears, my tears, your death, my death, your life, my life.

 

Elogio dell’umanità che non è una parola nella bocca di coloro che sono abituati a sfruttarne il significato a loro favore, ma il suono di ogni sussurro respirato per vivere e lavorare accanto a ogni persona, non importa chi sia o da dove provenga o quale sia la fine della sua ultima destinazione.

Non esiste umanità costruita per indulgere sui nostri interessi, perché non può essere costruita un’umanità allo scopo di soddisfare qualsiasi tipo di egoismo e individualismo. Nessuna abitudine, nessuna usanza può essere progettata per sconfiggere l’immenso patrimonio del sentimento dell’umanità che nasce con l’Uomo nel suo insieme.

Possiamo provare a distruggere ogni cosa grazie al nostro egoismo, ma non possiamo distruggere l’umanità. L’unica cosa che possiamo fare è solo cercare di offendere l’umanità senza renderci conto che l’offesa più profonda è quella che stiamo facendo alla nostra stessa esistenza che è una specie di morte ancor prima che abbia iniziato a vivere.

L’umanità non è una parola, è la sostanza e l’essenza che rischiamo di perdere negando lo stesso agli altri nella presunzione di essere umani mentre non siamo altro che lo spreco della nostra vita sperperata nella ricerca del nulla e cremata in un mondo che non desidera neanche le nostre ceneri.

L’umanità è tutto, il tuo sorriso, il mio sorriso, le tue lacrime, le mie lacrime, la tua morte, la mia morte, la tua vita, la mia vita.

2 pensieri su “In Praise of Humanity

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.