Civilization

The process of civilization seems to have become a process referred to apparent well manners without any substantial corpus to keep men far from their own degeneration and consumption.

As a matter of facts, many have lost the idea of what a civilization is because they have been confused and have granted for this kind of confusion in order it promoted the idea of a visible stability based on a hidden but deep dissatisfaction of our lives.

What has happened?

I believe that the most have trade their interior and honest freedom with the opportunity to do and get whatever and whoever in their hands  in order to demonstrate a power they do not really have though the visibility they have seems to demonstrate the contrary.

Yet, civilization is not an issue of appearance as it is not something which can pigeonhole the secret of each thought as it does for the life we live. Civilization is not the contest of a reality show, but the sense and the meaning we are able to build for our wishes without the presumption to look after only ourselves.

Civilization is not a standard of life, stereotyped and static, but it is the opportunity each person has to conquer its independence from those cliché that compels people to forget the limpid honesty of their research.

Civilization is a way of living which cannot admit dangerous return to a violent past only because we are not able to face the present and to build a future worth living. Civilization means to experiment and practice new ways of co-existence to offer a chance and a new shape to the life we exist.

 

Il processo di civilizzazione sembra essere diventato un processo riferito alle maniere apparentemente buone senza un corpus sostanziale per mantenere gli uomini lontani dalla propria degenerazione e consunzione.

È un dato di fatto, molti hanno perso l’idea di cosa sia una civiltà perché sono stati confusi e hanno garantito per questo tipo di confusione affinché promuovesse  l’idea di una stabilità visibile basata su una insoddisfazione nascosta ma profonda della nostra vita.

Cos’è successo?

Credo che la maggior parte abbia scambiato la propria libertà interiore e onesta con l’opportunità di fare e ottenere qualunque cosa e chiunque tra le proprie mani per dimostrare un potere che non hanno realmente, sebbene la visibilità che hanno sembra dimostrare il contrario.

Tuttavia, la civiltà non è un problema di apparenza in quanto non è qualcosa che può incasellare il segreto di ogni pensiero come fa per la vita che viviamo. La civiltà non è il concorso di un reality show, ma il senso e il significato che siamo in grado di costruire per i nostri desideri senza la presunzione di occuparci solo di noi stessi.

La civiltà non è uno standard di vita, stereotipato e statico, ma è l’opportunità che ogni persona ha di conquistare la propria indipendenza da quel cliché che costringe le persone a dimenticare la limpida onestà della loro ricerca.

La civiltà è un modo di vivere che non può ammettere un pericoloso ritorno a un passato violento solo perché non siamo in grado di affrontare il presente e costruire un futuro degno di essere vissuto. Civiltà significa sperimentare e praticare nuovi modi di coesistenza per offrire una possibilità e una nuova forma alla vita che esistiamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.