Milan Kundera: La festa dell’insignificanza

Un romanzo non facile, nonostante la brevità e la semplicità del linguaggio, nonostante un background ironico che invita di frequente al sorriso, nonostante l’immediatezza degli stralci di storia narrati. Eppure, Milan Kundera con «La festa dell’insignificanza» (Adelphi, 2013), cattura il pensiero dalla prima all’ultima parola e, per quanto mi riguarda, anche dopo. Al termine della narrazione, mi è rimasta una sensazione di malinconica inafferrabilità, eppure … Continua a leggere Milan Kundera: La festa dell’insignificanza