A New Year Is Coming

Like every year, a new year is coming.

The balances, the accounts with themselves and with others, the definitive sum of disappointments and dissatisfactions proliferate. Little importance to what has been achieved with honest courage and moral rectitude of one’s actions, little attention to the silent and attentive actions which, without fanfare, have really expressed their best in good and love for what exists and of which we must take care, even if many forget it: truth, dignity, modesty, honesty, hope (not necessarily in this order).
It was not an easy year, from many points of view, but this is not the calculation I want to do.

What good is it to remember the injustices suffered, the alleged friends who have forgotten that you exist because they can no longer use you, the deprivations and hardships and even the pain of an illness? To get angry, to stop believing in a possibility for the human being to remain human, to be wary of the other who becomes the extreme enemy of your loneliness, to become less real people. No, we don’t need this.

I want to remember the innocence, the meekness, the purity, the sincerity that I have given even at the cost of loneliness. I want to remember the times when a smile of mine has opened a smile on the sad lips of whoever I met. I want to remember the smile of my students whom I teach English for the success achieved after having committed themselves seriously. I want to remember the beauty of an emotional African mother because I bought a cover and a puppet for the girl in her arms asking her for permission to give it to her. I want to remember the kind words of respectable people who still know how to recognize and appreciate tenderness.

I want to remember the innocent gestures that many call “heroic”, but heroic they are not, in a time when love and justice have been forgotten what they are, what innocence, modesty, pride of being true and sincere are. I want to remember the love that exists and on it lay the foundations for a new beginning which is never the end of what is built and lived with dignity.

Happy New Year to all with the hope that everyone could rediscover the beauty of the lucid gaze for the emotion of a love for life that grows thanks and despite everything.

 

Come ogni anno, un nuovo anno sta arrivando.

Prolificano i bilanci, i conti con se stessi e con gli altri, la somma definitiva delle delusioni e delle insoddisfazioni. Poco rilievo a ciò che si è conquistato con il coraggio onesto e la rettitudine morale del proprio agire, poca attenzione alle azioni silenziose e attente che, senza clamore, hanno espresso davvero il meglio di sé nel bene e l’amore per quello che esiste e di cui bisogna aver cura, anche se molti lo dimenticano: la verità, la dignità, il pudore, l’onestà, la speranza (non necessariamente in questo ordine).
Non è stato un anno facile, da tanti punti di vista, ma non è questo il calcolo che voglio fare.

A che serve ricordare le ingiustizie subite, i presunti amici che hanno dimenticato che esisti perché non possono più usarti, le privazioni e gli stenti e persino il dolore per una malattia? A incattivirsi, a smettere di credere in una possibilità per l’essere umano di restare umano, a diffidare dell’altro che diviene l’estremo nemico della propria solitudine, a diventare persone meno vere. No, non abbiamo bisogno di questo.

Io voglio ricordare l’innocenza, la mitezza, la purezza, la sincerità che ho donato anche a costo della solitudine. Voglio ricordare le volte in cui un mio sorriso ha apetto il sorriso sulle labbra meste di chiunque io abbia incontrato. Voglio ricordare il sorriso i mie ragazzi cui insegno inglese per il successo conseguito dopo essersi impegnati con serietà. Voglio ricordare la belezza di una mamma africana commossa perché ho comprato una copertina e un pupazzo alla bimba che aveva tra le braccia chiedendole il permesso per donargliela. Voglio ricordare le parole gentili delle persone perbene che sanno ancora riconoscere e apprezzare la tenerezza.

Voglio ricordare i gesti innocenti che molti definiscono «eroici», ma eroici non sono, in un tempo in cui si è dimenticato amore e giustizia che cosa siano, che cosa sia l’innocenza, il pudore, l’orgoglio di essere veri e sinceri. Voglio ricordare l’amore che esiste e su di esso porre le basi per il nuovo inizio che non è mai la fine di ciò che con dignità si costruisce e si vive.

Buon anno a tutti con l’augurio che ciascuno possa riscoprire la bellezza dello sguardo lucido per l’emozione di un amore per la vita che cresce grazie e nonostante tutto.

Un pensiero su “A New Year Is Coming

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.