The Interior Borders

Walls, doors, geographical borders, confinement and prisons are only the smallest part of the borders we build to separate ourselves from the others.

There are innate borders more dangerous than the barbed wire, these are the ones that belong to ideologies, wrong ideologies without any respect for the human being, or the extreme egoism we use to perceive reality and life.

If the physical borders represent a danger for whatever community of human beings because it comes impossible to define who are the true neglected from one side or the other of the separation which divides but also closes and imprisons, the interior borders are even more dangerous because they cause the most of the false interpretations of people and events because they follow only one whisper, hate.

A whisper that by the time as become a storm, a storm which has changed its habits becoming the cruelest destroyer of people and their thought.

What I see is the increasing violence, both physical and verbal, which has become the measure of any relationship, any thought, any breath we breathe as to protect our individualism from being a part of an entire that we do not want to recognize as real and to be shared.

Culture, thought, feelings and motivations have become as interchangeable as there were no deep idea at their bottom, in the core, of their representations. They are used and abused, never grown to unite, but to define the borders among the possessions, however they could be sharable, however they could become a possibility to defeat hate and violence.

The result of this misleading mind and action is and will be the destruction of any meaning.

I hope we still have a crumb of attention to what really matters starting with remembering to be human.

 

Muri, porte, confini geografici, confino e prigioni sono solo le parti più piccole di quei confini che costruiamo per separare noi stessi dagli altri.

Ci sono confini innati più pericolosi del fino spinato, sono quelli che appartengono alle ideologie, le ideologie sbagliate e senza coscienza dell’essere umano, o all’estremo egoismo che adoperiamo per percepire la realtà e la vita.

Se i confini fisici rappresentano un pericolo per qualsiasi comunità di essere umani poiché diventa impossibile definire chi siano i veri negletti da un lato e dall’altro della separazione che divide, ma anche chiude e imprigiona, i confini interiori sono persino più pericolosi poiché provano le interpretazioni più false di tutte sulle persone e gli eventi che seguono tutti lo stesso sospiro, l’odio.

Un sospiro che con il tempo è diventato una tempesta, una tempesta che ha cambiato le proprie abitudini diventando la più crudele distruttrice delle persone e del loro pensiero.

Ciò che io vedo è la crescente violenza, sia fisica che verbale, che è diventata la misura di ogni relazione, di ogni pensiero, di ogni respiro che respiriamo come per proteggere il nostro individualismo da essere una parte del tutto che non vogliamo riconoscere come vero e condivisibile.

La cultura, il pensiero, i sentimenti e le motivazioni sono diventati come interscambiabili come se non ci fosse alla loro base, nel loro fulcro, nessuna idea della loro rappresentazione. Sono usati e abusati, mai cresciuti per unire, ma per definire il confine tra i possessi, per quanto essi possano essere condivisibili, per quanto possano diventare una possibilità per sconfiggere l’odio e la violenza.

Il risultato di queste menti e di queste azioni fuorvianti è e sarà la distruzione di ogni significato.

Io spero che noi si riesca ancora ad avere un briciolo di attenzione per quello che importa davvero a cominciare dal ricordarci di essere umani.

Annunci

Un pensiero su “The Interior Borders

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.