No War Sets You Free

No war sets you free, no fire makes you stronger and warmer, no clouds of smoke makes you more alive.

No, these are the weapons of a war that like every war is not thought to set people free or made them stay better caring after their life.

This is the war that like all the wars makes you prisoner of hate and condemned to extreme loneliness, because none can be free if the cost of its freedom is the death of  other people.

This a war not thought at all, but acted as the sufferings and destruction of the people victims were nothing more than the scene on a screen or the performance on a stage.

Yet, you are wrong. The people you kill will never come back and the remains of the cities you have been demolishing will never give us back the memory of the life that existed before your assassination of life and sense.

Yes, you are murders. You are the assassins of those life you were called to be responsible for. You are liars and exploiters. Your menaces will destroy everything, but your guilty will return against you like the boomerang you did not know you had launched.

No war will set you free, and mixing my tears to those of the people and of the land you are wasting, I am sure your hate will return back to you and will crush you in the prison you built by yourself whose door will never open again to air and breath and light.

 

Nessuna guerra libera, nessun fuoco può rendere più forti o calorosi, nessuna nuvola di fumo può renderti più vivo.

No, queste sono le armi di una guerra che come ogni guerra non è pensata per liberare le persone o per farle stare meglio prendendosene cura.

Questa è la guerra che come tutte le guerre ti rende prigioniero dell’odio e condannato a una solitudine estrema, poiché nessuno può essere libero se il costo della propria libertà è la morte degli altri.

Questa guerra non è pensata affatto, ma agita come se le sofferenze e la distruzione delle persone vittime non fossero altro che la scena su uno schermo o la rappresentazione su un palcoscenico.

Eppure, vi sbagliate. Le persone che uccidete non torneranno mai indietro e le rovine della città che state demolendo non ci restituiranno mai  la memoria della vita che è esistita prima del vostro assassinio della vita e del senso.

Sì, siete degli assassini. Siete gli assassini di quelle vite di cui eravate chiamati a essere responsabili. Siete bugiardi e sfruttatori. Le vostre minacce distruggeranno tutto, ma la vostra colpa vi si ritorcerà contro come il boomerang che non sapevate di avere lanciato.

Nessuna guerra vi renderà liberi, e mischiando le mie lacrime a quelle delle persone e della terra che state sprecando, sono certa che il vostro odio vi si ritorcerà contro e vi scaraventerà nella prigione che da soli vi siete costruiti la cui porta non si aprirà mai più all’aria, al respiro, alla luce

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.