Think, Just Think

Whatever you do, think first. Whatever you say, think first. Yet, whatever you do or say, think first out of the box, think with your own mind which is made up of your story. That’s to say, that when you think you have to get yourself, the true yourself, in the game, no matter the risks, no matter the personal profit.

Our world of fiction has accustomed us to be who we are not and made us invulnerable to the truth or, at least,  we believe this until the total loss of ourselves deprives us of any point of reference, even of what everyone should be for himself.

This is the real disease which affects our time and our societies, developed or developing,  eastern or western or of the so called third world which is nothing more than the result of the failure of our thought wherever the cultural, political economic tradition.

To think means to abandon any stereotype and begin to look at the people for what they are without falling under the pressure of the individual interests which persecute us whatever the side of the world where we happened to live.

Think first, just think and use the ability of the mind not to destroy but to discern.

 

Qualsiasi cosa tu faccia, prima pensa. Qualsiasi cosa tu dica, prima pensa. Tuttavia, qualsiasi cosa tu faccia o dica, pensa prima fuori dal schemi, pensa con la tua testa che si costruisce sulla tua storia. Il che significa, che quando pensi devi mettere in gioco te stesso, il vero te stesso, non contano i rischi, non contano gli interessi personali.

Il nostro mondo di finzione ci ha abituati a essere chi non siamo e ci ha reso invulnerabili alla verità o,  almeno, questo è quello che crediamo fino a quando la perdita totale di noi stessi ci priva di ogni punto di riferimento, anche di quello che ciascuno dovrebbe essere per se stesso.

Questa è la vera malattia che colpisce la nostra epoca e le nostre società, sviluppate o in via di sviluppo, orientali o occidentali o del cosiddetto terzo mondo che non è altro che il risultato del fallimento del nostro pensiero, qualsiasi la tradizione culturale, politica, economica.

Pensare significa abbandonare ogni stereotipo e cominciare a guardare alle persone per ciò che sono senza cadere sotto la pressione degli interessi individuali che ci perseguitano, qualsiasi sia la parte del mondo nella quale ci è capitato di vivere.

Per prima cosa pensare, pensare soltanto e usare la capacità del pensiero non per distruggere ma per discernere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.