We Are the Danger

I cannot but be happy because an aspiring dictator as been defeated and reduced to his own shame. Yet, what I fear is the spirit of the people who have given their consent to such a figure and I am also afraid of the indifferent silence of those who allowed him to govern over their intelligence.

This is the reason why I affirm that although the cruel man is out, we are not out of danger because we are the danger itself.

No, it is not an exaggeration!

I think we should think about the reasons that have permitted this to happen, because, you know, although we meet people who are arrogant and liar, their arrogance and falsity wouldn’t have any opportunity to grow if we wouldn’t feed it with our own disattention.

There are lessons we don’t want to learn or that we are so full of ourselves and our certainties that we don’t realize they are possible to be repeated. In words we say NO MORE, but so often in the little facts we demonstrate the contrary. We feel to be sure that nothing bad could happen because we confide in others’ intelligence and ability, but this does not always work. We should be more conscientiously aware.

We should be aware of our own role in the society, in the daily choices and in the life as a whole (people and nature) so that nothing could be sold to us as the best while it is the worst. We shouldn’t lay down the responsibilities and the guilt over those we are made believe to be the enemies while they could reveal to be our friends. We should take upon ourselves a wiser gaze towards people and situations and be the protagonist of that peaceful world that I have no reason to doubt everybody dreams.

 

Non posso che essere felice perché un aspirante dittatore sia stato sconfitto e ridotto alla sua stessa vergogna. Tuttavia, ciò che temo è lo spirito delle persone che hanno dato il loro consenso a un tale personaggio e sono anche spaventata dal silenzio indifferente di coloro che gli hanno concesso di governare sulla loro intelligenza.

Ecco perché affermo che sebbene quell’uomo crudele sia fuori, noi non siamo fuori dal pericolo poiché noi siamo il pericolo stesso.

No, non è una esagerazione! 

Penso che dovremmo riflettere sui motivi che hanno permesso a tutto questo di accadere, perché, si sa, sebbene si incontrino persone che sono arroganti e bugiarde, la loro arroganza e la loro falsità non avrebbe possibilità di crescere se non la nutrissimo con la nostra disattenzione.

Ci sono lezioni che non vogliamo imparare o che siamo così pieni di noi stessi e delle nostre certezze da non comprendere che si possono ripetere. A parole diciamo MAI PIÙ, ma molto spesso nelle piccole cose dimostriamo il contrario. Ci sentiamo sicuri che cose cattive non possano più accadere poiché confidiamo nell’intelligenza e nella capacità degli altri, ma questo non funziona sempre. Dovremmo essere più coscienziosamente vigili.

Dovremmo essere consapevoli del nostro ruolo nella società, nelle scelte quotidiane e nella vita nella sua interezza (persone e natura) affinché non possa esserci venduto nulla come se fosse il meglio mentre invece è il peggio. Non dovremmo scaricare la colpa e la responsabilità su quelli che ci è stato fatto credere che sono i nemici mentre potrebbero rivelarsi i nostri amici. Dovremmo assumere su noi stessi uno sguardo più saggio verso le persone e le situazioni ed essere i protagonisti di quel mondo pacifico che non ho ragione di dubitare che ciascuno desideri.

Annunci

Un pensiero su “We Are the Danger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.