Of Life They Die

Yes, of life they die! It is not a paradox, but an enigma to solve.

The more people have the opportunity to live, the more they long for death. Of course, they don’t call it like this, but name it  amusement; yet, there is nothing amusing in dying because you have lost the sense of living.

This happens very frequently and it does in many different ways every time we stop giving life a meaning and think to be stronger than death only because we challenge it without any purpose.

Of life they die also when they expose to risk the life of the others without any concern. As a matter of fact, what really matters for these people is not the life in itself, but the risk of living above all if they are able to drag into their obscurity the life of those who do not belong to them or to their system.

This is the way many people waste their life looking for things they can use to fulfill their time as the bottle of wine, beer or liquor they drink to consume the sense of a life which could have more meaning if only regarded outside the sudden and temporary surface of their own satisfaction.

This is the way the same people lose their courage becoming shameful or even enable to look inside themselves, because they have drunk their interiority and dulled their senses in order not to be the protagonist of their choices and of their life.

Of life you can live, but you can also die. There must be a reason for your living and it shouldn’t be consuming life and sense, but loving both life and death choosing to be a part of a way of being which enjoys and produces life.

We are not born to die but to live, when death arrives it is not a tragedy to perform, but a passage to taste.

 

Sì, di vita si muore! Non è un paradosso, ma un enigma da risolvere.

Più le persone hanno la possibilità di vivere, più desiderano la morte. Certamente, essi non la chiamano così, ma la nominano divertimento; eppure, non c’è nulla di divertente nel morire perché si è perso il senso del vivere.

Questo accade molto di frequente e lo fa nei modi più diversi ogni volta che smettiamo di dare un significato alla vita e pensiamo di essere più forti della morte solo perché la sfidiamo senza nessuno scopo.

Di vita si muore anche quando si espone a rischio la vita degli altri senza preoccupazione alcuna. Difatti, ciò che conta davvero per queste persone non è la vita in se stessa, ma il rischio di vivere, soprattutto se sono in grado di trascinare nella loro oscurità la vita di coloro che non gli appartengono o non appartengono al loro sistema.

Questo è il modo in cui molte persone sprecano la propria vita cercando cose con cui riempire il tempo come la bottiglia di vino, birra o liquore che bevono per consumare il senso di una vita che potrebbe avere più significato se fosse curata al di fuori dell’improvvisa e temporanea superficie della propria soddisfazione.

Questo è il modo in cui le stesse persone perdono coraggio diventando vergognose o persino incapaci di guardare dentro se stesse poiché hanno bevuto la loro stessa interiorità e tramortito i sensi per non essere i protagonisti delle proprie scelte e della propria vita.

Di vita si può vivere, ma si può anche morire. Ci deve essere una ragione per vivere e non dovrebbe essere il consumare la vita e il senso, ma amare sia la vita che la morte scegliendo di essere parte di un modo di essere che gode e produce vita.

Non siamo nati per morire ma per vivere, quando la morte arriva non è una tragedia da rappresentare, ma un passaggio da gustare.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.