Facing Life

I answer…

However difficult it could be, writing is facing life.

I have often heard that those who write want to escape from life, nothing of more false, even when the style of your words is fantasy or tales, never once you can escape your condition and your being.

Writing is a research and it follows the route of your own choice even though it is willing to change and modify that course in order to give a new meaning to the path you are walking.

As a writer, I feel completely involved in the life I’m telling also if it is different from mine, also when I tell stories and repeat voices which have nothing in common with my life, apparently at least.

As a writer, I need to be loyal to the people who read me also when my words hurt their feelings. Life is not an easy tale where every princess marries her prince; life is the mirror which reveals to us whoever we are the truth of ourselves, the one we cannot deny.

Yes, my dear reader who have been writing to me such a wonderful mail, none can escape from choosing which side to be because if you do, I mean if you refuse choosing you are just making a choice, anyhow. Freedom is not abstention, but responsibility to choose.

Thanks for reading my novel ‘Don’t Climb Over That Wall’ from abroad, I hope your interior involvement will be herald for further interesting confrontation and sharing.IMG_0896 2

My answer continues in private…

 

Rispondo…

Per quanto possa essere difficile, scrivere è affrontare la vita.

Ho sentito spesso dire che quelli che scrivono vogliono scappare dalla vita, niente di più falso, anche quando lo stile delle proprie parole è fantastico o favolistico, neanche per una volta puoi sfuggire alla tua condizione e al tuo essere.

Scrivere è una ricerca che segue la rotta delle proprie scelte sebbene si sia disposti a cambiare e modificare quel percorso allo scopo di dare un significato nuovo al sentiero che si sta percorrendo.

Da scrittrice, mi sento completamente coinvolta dalla vita che sto raccontando anche se è diversa dalla mia, anche quando racconto storie e ripeto voci che non hanno niente in comune con la mia vita, almeno in apparenza.

Da scrittrice, ho bisogno di essere leale verso chi mi legge anche quando le mie parole ne feriscono i sentimenti. La vita non è una favoletta  dove ogni principessa sposa il suo principe; la vita è lo specchio che ci rivela, chiunque siamo, la verità di noi stessi, quella che non si può negare.

Sì, mio caro lettore che mi hai scritto una mail così bella, nessuno può fuggire dallo scegliere da quelle parte stare perché se si fa, voglio dire se si rifiuta di scegliere, si sta già facendo una scelta, in ogni caso. La libertà non è astensione, ma la responsabilità di scegliere.

Grazie per aver letto il mio romanzo “Non scavalcare quel muro” dall’estero, io spero che il tuo coinvolgimento interiore sia foriero di nuovi confronti e condivisioni.

Continuo a rispondere in privato…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.