Prestige

Prestige is not a magic, but the ability to attract people’s attention on something you are doing or saying thanks to strength your ability shows, of course, but above all thanks to your own assertive attitude which can change in magic whatever you do or say.

Prestige, from the French, underlines one’s ability to deserve the attention of the others because credible and worth to be followed and not because a lier or violent in the expression of any presumptuous attitude.

The problem is to learn to discern between those who want to deceit you with their speeches and those who, in the assertive mildness of their words, are telling you the truth. It does not depend on them but on ourselves. It’s up to us divide the true values from their false representation. It’s up to us understand what we want and why.

There are people who claim their prestige, who impose it without any concern for the others; people who use pretentious and offensive words to impose their presence and power;  people who use the others and their consent to dictate their will without any respect for the others and their stories; people who want to separate people in order to define themselves as the conqueror and the chief of anything.

We should pay attention to these people, because they are false and not really interested to the others. What they want is the power and their thirst for power will never be satisfied unless each person renounces to its rights. They use symbols and scream their strength, they use the others and change their speech according to their needs, they tell the others to be protectors of the other’s good, but they are enable to see the others because blinded by their own ego.

These are the Captains of the Nothingness to which they want to reduce the others, they are the captains of their own interest, which are not idea based interests, but only the frail evidence of their bullying people and using them to scream, not to build.

These have no reason to proclaim their prestige, they have no prestige at all, they just want to possess and command.

Let’s protect ourselves from these false boasters, let’s write together the new story of people who want to love and not hate, who want to share and not steal, who want to be human and not criminal.

 

Il prestigio non è una magia, ma la capacità di attrarre l’attenzione delle persone su qualcosa che si sta facendo o dicendo grazie alla forza della propria capacità, ovviamente, ma soprattutto grazie all’atteggiamento assertivo che può mutare in magia ciò che fai o dici.

Prestige, dal francese, sottolinea la capacità di meritare l’attenzione degli altri in quanto si è credibili e degni di essere seguiti e non perché si sia dei bugiardi o dei violenti nell’espressione di qualche atteggiamento presuntuoso.

Il problema è imparare a distinguere tra quelli che vogliono ingannarci con i loro discorsi e quelli che nella calma assertiva delle loro parole ci stanno dicendo la verità. Non dipende da loro ma da noi. Sta a noi separare i valori veri dalle loro false rappresentazioni. Sta a noi comprendere che cosa vogliamo e perché.

Ci sono persone che proclamano il loro prestigio, che lo impongono senza preoccuparsi degli altri; persone che usano parole presuntuose e offensive per imporre la propria presenza e il proprio potere; persone che usano gli altri e il loro consenso per dettare la propria volontà senza alcun rispetto per gli altri e le loro storie; persone che vogliono separare tra loro le persone allo scopo di definire se stesse come i conquistatori e i capi di ogni cosa.

Dovremmo fare attenzione a queste persone, perché esse sono false e non veramente interessate agli altri. Ciò che desiderano davvero è il proprio potere e la loro sete di potere non si soddisfa mai a meno che ciascuna persona rinunci ai propri diritti. Queste persone usano simboli e urlano la propria forza, usano gli altri e modificano quello che dicono a secondo dei propri bisogni, dicono agli altri di essere i protettori del bene dell’altro, ma sono incapaci di vedere gli altri poiché completamente accecati dal proprio ego.

Questi sono i Capitani del Nulla al quale vogliono ridurre gli altri, sono i capitani dei loro propri interessi, che non sono interessi che si basano su una qualche idea, ma solo la fragile prova del loro bullizzare le persone e usarle per urlare e non per costruire.

Queste persone non hanno alcun motivo di proclamare il loro prestigio, non hanno assolutamente prestigio, vogliono solo possedere e comandare.

Proteggiamoci da questi millantatori arroganti, scriviamo insieme una nuova storia di persone che vogliono amare e non odiare, che vogliono condividere e non rubare, che vogliono essere umane e non dei criminali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...