Victims

No one should be a victim of chance, because it is  not for a chance that someone was wandering in the middle of the crowd in order to kill the target of his hate. No surprise that shooting in such a condition would produce other victims who were not in the wrong place at the wrong time because they were living their daily life and nothing should have stopped their routine nor never should.

The chance which wounded our innocence, indeed, was established by the violent mind of some who don’t care of people, but look after to the only target they are determined to shoot. When someone establishes something like this, is never by chance that there could be other possible victims, it is a calculated risk, calculated without any respect or regard towards anyone.

It is for this reason that innocent people become the victims of something they could not predict, but that each one is starting to fear when simply leaving their house to go to work or shopping or to school or simply meeting a friends.

This is distressing! Among the amount of reasons why you should die because of illness or accident or free will, now we have to add one more reason, the most absurd you could imagine, the chance.

This is worst than a war! It feeds fears which we wouldn’t expect and moves the people to close themselves more and more in their houses as in themselves. Life or living become prisons and the entire situation an excuse to increase the power over those who proclaim themselves as our protectors while they are the first we should fear of.

Whatever we do, we could be victims of chance. This is the reason why we shouldn’t allow violence to kill our dreams, we shouldn’t surrender to the inevitability of this evidence unless we risk to close ourselves up in prison with no doors no windows no light no air no possible breathe to be yearn for.

I don’t want to be a victim of chance, but if this should happen I want to have lived with honor, honesty and dignity my life whatever the risks, whatever the adversity, whatever the fears they have tried to impose me with no success, because I am free, I was born free and free I will die.

 

Nessuno dovrebbe essere una vittima del caso, perché non è per un caso che qualcuno vagabonda tra la folla allo scopo di uccidere il bersaglio del suo odio. Non ci si sorprende che uccidere in questa condizione possa produrre altre vittime che non si trovavano al posto sbagliato al momento sbagliato poiché vivevano il proprio quotidiano e nulla avrebbe dovuto fermare la loro routine né nulla dovrebbe mai.

Il caso che ha ferito la nostra innocenza, in realtà, era stabilito dalla mente violenta di qualcuno che non si preoccupa delle persone, ma bada solo al bersaglio al quale sono determinati a sparare. Quando qualcuno stabilisce qualcosa del genere, non è mai per caso che ci possano essere altre vittime possibili, è un rischio calcolato senza rispetto o riguardo verso qualcuno.

È per questo che gli innocenti diventano vittime di qualcosa che non potevano predire, ma che tutti cominciamo a temere quando semplicemente usciamo di casa per andare al lavoro o a fare shopping  o a scuola o solo per incontrare degli amici.

Questo è snervante! Nella quantità di ragioni per cui potremmo morire a causa di malattie, incidenti o libera volontà, ora dobbiamo aggiungere una nuova ragione, la più assurda che si possa immaginare, il caso.

Questo è peggio della guerra! Nutre paure che non ci aspetteremmo e spinge le persone a chiudersi sempre di più in casa e in se stesse. La vita o il vivere diventano prigioni e tutta la situazione una scusa per accrescere il potere di quelli che si proclamano come i nostri protettori sebbene essi siano i primi di cui dovremmo avere paura.

Qualsiasi cosa facciamo, potremmo diventare vittime del caso. Per questo non dovremmo consentire alla violenza di uccidere i nostri sogni, non dovremmo arrenderci all’inevitabilità di questa prova a meno di rischiare di chiudersi in una prigione senza porte né finestre né luce né aria né un respiro che sia possibile sospirare.

Io non voglio essere una vittima del caso, ma se questo dovesse accadere voglio aver vissuto con onore, onestà e dignità la mia vita qualsiasi i rischi, qualsiasi le avversità, qualsiasi le paure che possano aver provato a impormi senza alcun successo, perché io sono libera, sono nata libera e libera morirò.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...