Women Against Violence

Crimes against women never end. Domestic violence or genre violence is actually reinforcing its iteration involving often sons and/or relatives in the process of destruction that the man suppose to be useful to recover his integrity and power, I mean those men whose main interest is their centrality both in the life of any relationship and in his own existence with his violent mind.

There are men who are helping women to break their silence and this is an important fact, but there is still much to do.

Breaking silence and indifference is a relevant attitude, but it seems not to have determined a true change in culture, above all in the ancestral culture which established levels in the human organization according to sex, culture, richness. This is obviously a path we should continue to pave and walk, however, it is not enough.

What we need is knowledge.

We should learn the way in which culture standardizes and the way in which stereotypes become rules. We should learn how to react to violence and how to intervene to prevent violence or support the victims.

We need to change a culture, yes, it is certain, but we should do this by asking ourselves how to modify it and how to control that its changes becomes effective.

We have always affirmed that the change starts from children and this is a fact, we need to educate children in order they could be different. Yet, I think that the change does not begin in the children but in ourselves. We cannot change children if we don’t change ourselves. We cannot charge the children’s shoulders in the future with responsibility we didn’t want to charge in first person in the present.

Let’s teach ourselves to be different, let’s become our own models instead of attributing to others our own risks and we surely could become better people and effectively able to establish new rules for a living.

Women against violence, the fight will never stop.

 

I crimini contro le donne non finiscono mai. La violenza domestica o di genere sta in realtà rinforzando la propria reiterazione coinvolgendo spesso i figli e/o i parenti nel processo di distruzione che l’uomo presume essere utile per recuperare la propria integrità e il potere, mi riferisco a quegli uomini il cui interesse principale è la propria centralità sia nella vita di qualsiasi relazione sia nella sua stessa esistenza con una mente violenta.

Ci sono uomini che stanno aiutando le donne a rompere il proprio silenzio e questo è importante, ma c’è ancora molto da fare.

Rompere il silenzio e l’indifferenza è un atteggiamento rilevante, ma sembra non essere riuscito a determinare un vero cambiamento nella cultura, soprattutto in quelle culture ancestrali che stabiliscono livelli nell’organizzazione delle persone secondo il sesso, la cultura, la ricchezza. Questo è sicuramente un sentiero che dobbiamo continuare a pavimentare e percorrere, comunque, non è abbastanza.

Ciò di cui abbiamo bisogno è la conoscenza.

Dovremmo conoscere il modo in cui le culture si standardizzano e quello in cui gli stereotipi diventano le regole. Dovremmo conoscere come reagire alla violenza e come intervenire per prevenirla o per sostenere le vittime.

Certo, è necessario cambiare la cultura, ma dovremmo farlo chiedendoci come modificarla e come controllare che i suoi cambiamenti siano efficaci.

Abbiamo sempre affermato che il cambiamento comincia dai bambini e questo è un fatto, dobbiamo educare i bambini affinché siano differenti, tuttavia, io credo che il cambiamento non cominci nei bambini ma in noi stessi. Non possiamo cambiare i bambini se non cambiamo noi stessi. Non possiamo caricare le spalle dei bambini in futuro con le responsabilità di cui non abbiamo voluto farci carico nel presente.

Insegniamo a noi stessi a essere differenti, diventiamo i nostri stessi modelli invece di attribuire agli altri i nostri rischi e sicuramente potremo diventare persone migliori ed effettivamente capaci di stabilire nuove regole di vita.

Donne contro la violenza, la lotta non si fermerà mai.

Annunci

Un pensiero su “Women Against Violence

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...