Dreams

Sometimes, you feel as you were returning back to your childhood in the need to perceive the essentials from a life which too often is wasted in following useless and meaningless certainties.

Those are the moments when you try to return to the origins and recover your innocence and the hopes that consuetudes have banned from your heart.

So, you start contemplating the stars with a glance of joy; you never think, neither once, that those lights belong to some airplane that is going through the sky as through your dreams. You just look at the stars and love them for what they are and because of the happiness they are able to give you in the darkest obscurity of your interior silence.

Then, with the same simplicity and fascination, you begin to watch everything around you, it does not matter its beauty, because beauty is in your eyes. You find yourself able to penetrate the surface and love the essence. This is what you learn from your observation and suddenly you think you are still able of loving.

Finally, while the sun rises and governs over you and the world as well, you can still imagine to meet the dreams of those living on the other side of the hemisphere and you hope they could understand and hug your own dreams while you silently hold your hand to grasp theirs and preserve them in the shelter of your entire being.

Sometimes, dreaming could be more real than the real, it depends on your ability to grasp the feeling of life that breaths and whispers while telling your story and the stories of those romantic lovers who, as you do, sing their love song to life and sense.

 

Talvolta, ti sembra come se stessi ritornando indietro alla tua infanzia nel bisogno di percepire le cose essenziali di una vita che troppo spesso è sprecata nel seguire certezze inutili e prive di significato.

Quelli sono i momenti in cui cerchi di ritornare alle origini e di recuperare l’innocenza e le speranze che le consuetudini hanno allontanato dal tuo cuore.

Così, cominci a contemplare le stelle con uno guizzo di gioia; non pensi mai, nemmeno una volta, che quelle luci appartengano a qualche aereo che attraversa il cielo come i tuoi sogni. Guardi soltanto le stelle e te ne innamori per quello che sono e per la gioia che sono in grado di darti nella più cupa oscurità del tuo silenzio interiore.

Allora, con la stessa semplicità e fascino, cominci a guardare ogni cosa che ti circonda, non importa la sua bellezza, perché la bellezza è nei tuoi occhi. Ti scopri capace di penetrare la superficie e di amare l’essenza. Questo è ciò che impari dalla tua osservazione e improvvisamente ti rendi conto di essere ancora capace di amare.

Infine, mentre il sole sorge e governa su di te e anche sul mondo, riesci ancora a immaginare di poter incontrare i sogni di quelli che vivono dall’altra parte del tuo emisfero e tu speri che anche loro possano comprendere e abbracciare i tuoi sogni mentre tu silenziosamente tendi le mani per afferrare i loro e conservarli nel rifugio del tuo intero essere.

Qualche volta, sognare potrebbe essere più reale del reale, dipende dalla propria abilità di afferrare il sentimento di vita che respira e sussurra mentre racconta la tua storia e le storie di quegli innamorati romantici che, come te, cantano il proprio canto d’amore alla vita e al senso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...