Beyond the NoSense

It is incredible to me how much we have declared to be free, how long we have been looking for our freedom and then we have finished to be trapped in our same mind narrowness.

Sometimes, I suppose we have a wrong idea of freedom. We think it is the opportunity to do whatever we want and in order to obtain this we are also ready to wear weapons which will limit our own freedom not to speak about the other’s.

If I need a weapon to assure my freedom, I am not free at all because it is not in the attack that I can give freedom a chance. Weapons condition our way of being, they can create even a sort of addiction as it has become for the mobile-phones, for example. The difference is that mobiles do not kill the others, while weapons do. In fact, it is this characteristic which makes us slave and often out of control.

We should try to think beyond any fear and be so resolute and honest to admit that not every person is able to discern if to use or not the weapon it possesses. It is not a way to protect us to consent to use guns saying they are at our defense. It is false. Many will be the mistakes which will change our freedom in a crime and it is not a justification to affirm they protect us. They don’t. Believe me, they won’t.

Only fear will increase and not the criminal’s one, but the fear of the honest and simple people who will be obliged to cope with a possible aggression from those they believed common people.

 

Mi sembra incredibile quanto abbiamo dichiarato di essere liberi, per quanto tempo abbiamo cercato la libertà e poi siamo finiti intrappolati nella nostra stessa strettezza mentale.

Qualche volta, penso che abbiamo un’idea sbagliata di libertà. Crediamo che essa sia l’opportunità di fare quello che vogliamo e a questo scopo siamo persino pronti a indossare delle armi che limiteranno la nostra libertà per non parlare della libertà degli altri.

Se ho bisogno di un’arma per assicurare la mia libertà, non sono per niente libero perché non è nell’attacco che posso dare alla libertà una chance. Le armi condizionano il nostro modo di essere, possono creare persino una specie di dipendenza come è accaduto per i cellulari, per esempio. La differenza è che i cellulari non uccidono gli altri, mentre le armi lo fanno. Infatti, è questa la caratteristica che ci rende schiavi e spesso fuori controllo.

Dovremmo cercare di pensare oltre ogni paura ed essere risoluti e onesti da ammettere che non tutte le persone sono capaci di discernere se usare o meno l’arma che possiedono. Non è un modo di proteggersi consentire l’uso delle armi dicendo che è per difenderci. È falso. Ci saranno molti errori che trasformeranno la nostra libertà in un crimine e non c’è giustificazione alcuna per affermare che esse servono a proteggerci. Non lo fanno. Credetemi, non lo faranno.

Solo la paura crescerà, e non quella dei criminali, ma la paura delle persone oneste e semplici che saranno obbligate ad affrontare una possibile aggressione da parte di quelli che credevano essere persone comuni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...