In Praise of Honesty

Once, when I was a girl, my mother said to me your honesty disappoints the most, but one day it will reward you.

Well, I was crying because one of my teachers at the high school had asked me if I was  sadist or masochist, I had answered I was nor one nor the other and in front of his astonishment I tried to explain I didn’t believe that for a living you needed the others’ or your own evil.

I wanted to tell him and my schoolmates that it is possible a middle way where each one could employ his/her efforts to build together the common well. I couldn’t explain, because my teacher started to scream and say I was deliberately contradicting him and offending his thought and, he added, I wasn’t worth living and I couldn’t with such ideas.

  To tell the truth, this last utterance got me really upset and I answered rudely that I lived perfectly and probably better than him. As you can imagine, the story ended into the headmaster’s office who was obliged to reprimand me at least because of my last affirmation. I know, he couldn’t do anything else at the moment, however, my tears where not because of his punishment, but because I couldn’t bear such a human ignorance in my teacher.

What was he going to teach us? Nothing but to hate the others in order not to hate ourselves. The others, in his words, became the solution to every dissatisfaction and I cried because I believed, and still I do, that things could be different. He was planting the seeds of hate. egoism and individualism.

My mother tried to comfort me, but never once she told me I was wrong. I knew that she had lived and lived according to the teaching she had given me, she was a very consistent woman.

Today, her words and teachings continue to give their fruits. I can listen to her words when I take my pen or switch my computer on to start writing and I pay my greatest attention to be loyal to the spirit of everyman when I begin writing the stories or the thinking I express. It is an imperative to me, though I know that appearance and falsity pay much more and pretty more easily.

I’ve learnt that people don’t want to know the truth, it is more comfortable to pretend not to see, to be saved from any responsibility. Yet, I’ve also learned that honesty is something I due to myself first, I couldn’t be different… one day, maybe,  it will reward me! But, do you know what? I’m not interested in such a reward.

My reward is when I can see the faces or read the words of those few who can still recognize the purity and sincerity of my living and writing and who are ready to start living banning from their own life any discrimination, any falsity in order to get a new route which leads to the human being’s heart.

My books and my heart is a circle which will never close. Each time I finish a book, it is not the end, but the beginning of a new life which takes a shape between my hands and dreams, because I’m still able to dream.

 

Una volta, quando ero ragazzina, mia madre mi disse  la tua onestà scontenta la maggior parte delle persone, ma un giorno ti ricompenserà.

Dunque, io piangevo perché uno dei miei insegnanti di liceo mi aveva chiesto se io ero sadica masochista, io risposi che non ero né l’una né l’altra e di fronte al suo stupore provai a spiegare che non credevo che per vivere ci fosse bisogno di desiderare il proprio o l’altrui male.

Volevo dire a lui e ai miei compagni che è possibile una via di mezzo dove ciascuno potesse compiere i propri sforzi per costruire insieme il bene comune. Non riuscii a spiegarlo, perché il mio insegnante cominciò a urlare e a dire che io lo stavo deliberatamente contraddicendo e che stavo offendendo il suo pensiero e, aggiunse, io non ero degna di vivere e non potevo con idee del genere.

A dire il vero, quest’ultima affermazione mi fece arrabbiare davvero e risposi con sgarbo che io vivevo benissimo e probabilmente meglio di lui. Come potete immaginare, la storia finì nell’ufficio del Preside che fu obbligato a richiamarmi almeno a causa della mia ultima affermazione. Lo so, in quel momento non poteva fare altro, comunque, le mie lacrime non erano per la sua punizione, ma perché non sopportavo una tale ignoranza umana nel mio insegnante.

Che cosa ci stava insegnando? Niente altro che odiare gli altri per non odiare se stessi. Gli altri, nelle sue parole, diventavano la soluzione a ogni insoddisfazione e io piangevo perché credevo,  e ancora lo credo, che le cose possano essere differenti. Lui stava piantando i semi dell’odio, dell’egoismo e dell’individualismo.

Mia madre cercò di confortarmi, ma neanche una volta mi disse che avevo torto. Sapevo che aveva vissuto e viveva secondo gli insegnamenti che mi aveva dato, era una donna molto coerente.

Oggi, le sue parole e i suoi insegnamenti continuano a dare i loro frutti. Riesco a sentire le sue parole quando prendo la penna o accendo il computer per cominciare a scrivere. Pongo la più grande delle attenzioni a essere leale allo spirito di ogni persona quando comincio a scrivere le storie o il pensiero che voglio esprimere. È un imperativo per me, sebbene io sappia che l’apparenza e la falsità paghino molto di più e molto più facilmente.

Ho imparato che le persone non vogliono conoscere la verità, è più comodo fare finta di non vedere per salvarsi da ogni responsabilità. Tuttavia, ho imparato anche che l’onestà è qualcosa che io devo prima di tutto a me stessa, non potrei essere differente… un giorno, forse, essa mi ricompenserà! Ma sapete una cosa? Non sono interessata a una tale ricompensa.

La mia ricompensa è quando riesco a vedere i volti o leggere le parole di quei pochi che sanno ancora riconoscere la purezza e la sincerità del mio vivere e del mio scrivere e che sono pronti a cominciare a vivere bandendo dalla propria vita ogni discriminazione, ogni falsità, con lo scopo di intraprendere una nuova rotta che conduca al cuore di ogni essere umano.

I miei libri e il mio cuore sono un cerchio che non si chiuderà mai. Ogni volta che termino un libro, non è la fine, ma l’inizio di una nuova vita che prende forma tra le mie mani e i miei sogni, perché sono ancora capace di sognare.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.