The Courage to Change

To change a heart we need courage. The courage to resist and the courage to choose.

Resisting is a choice. It means to choose between life and death. As long as we could be afraid of death, we should also remember that a life without a choice is nothing but death itself.

We live in a society where we consider the other as a possible enemy and not because of his/her different way to observe the world, but simply because he/she is not us. As a consequence we feel we need to be protected, whatever this means and whatever the systems used to protect us. It’s a great mistake, a dangerous one, because it creates a sort of addiction from someone who could embody the role of protector while being nothing more then an exploiter. It is not difficult to abuse other’ s fears in order to become powerful.

We cannot abolish our fears, but we can change them in the input to improve our relationships with the others thanks to confrontation and knowledge.

Resisting means to make courageous choices, aware of our weakness and fragility certainly, but also aware of the others’ one.

The courage to change means to be aware of the evil, but also of the good and it is this second the destination of our courage as well as of our change.

 

Per cambiare un cuore ci vuole coraggio. Il coraggio di resistere e il coraggio di scegliere.

Resistere è una scelta. Essa significa scegliere tra la vita e la morte. Per quanto si possa aver paura della morte, dovremmo anche ricordare che una vita senza una scelta non è altro che la morte stessa.

Viviamo in una società nella quale consideriamo l’altro come un possibile nemico e non a causa del suo modo diverso di osservare il mondo, ma semplicemente perché non è noi. Di conseguenza, sentiamo di dover essere protetti, qualsiasi cosa questo significhi e qualsiasi il sistema usato per proteggerci. È un grande errore, un errore pericoloso, perché crea una specie di dipendenza da qualcuno che potrebbe incarnare il ruolo di protettore mentre non è altro che uno sfruttatore. Non è difficile usare la paura altrui pe diventare potenti.

Non è possibile abolire le paure, ma possiamo trasformarle in stimoli per migliorare le nostre relazioni con gli altri attraverso il confronto e la conoscenza.

Resistere significa fare scelte coraggiose, consapevoli della propria debolezza e fragilità, ma anche di quella degli altri.

Il coraggio di cambiare significa essere consapevoli del male, ma anche del bene ed è alo bene la destinazione del coraggio come del nostro cambiamento.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...