The Visible Invisibility

In a time when visibility has become a MUST, I start to discover that invisibility is THE MOST.

THE MOST because only a few are those whose visibility has reached the empire of the sense, while the most want to be always under the eyes of everyone (a real meaningless and useless and evanescent place, indeed); THE MOST in its superlative meaning, in the sense that invisibility is the most evaded though the most intense and meaningful attitude.

Do you know why? Because visibility is not transparence. What you suppose the others are watching of you does not correspond to what is really inside you: what appears and what it is are two very different issues.

As a result of this apparent visibility, what you suppose to be visibile is a hint to think about what you are hiding and it is this, the unseen, which becomes your interior photograph which tells of you who you really are.

Do you know why? Because the more you exhibit yourself, the more the others suspect of you and are attracted by your falsity in order to discover your weakness and make it public together with your senseless insincerity. Your deceit becomes the icon of your being and the prison it wouldn’t be easy to escape from.

In a world where everything seems to exist only if displayed, it is impossible to escape from the condemnation of the other’s eye unless you live according to truth banning from your life any deceit and any lie.

Invisibility, instead, has the praise to show courageously who you are in the great as well as in the small things; invisibility gives you the opportunity to act and live sincerely your life without fearing your falls because you know you can get up and walk your path again.

Your visibility is not something due to yourself, it depends on the other’s eye and I want to be visible for the good and the truth not because of my screams to be seen and because of my unquiet need to appear. I want to be myself, simply and truly… all the rest is something which can give me more or less pleasure, but it doesn’t change who I am and where I want to go loyally and in dignity.

I prefer transparence to visibility.

 

In un’epoca in cui la visibilità è diventata un MUST,  comincio a scoprire che l’invisibilità è DI PIÙ.

DI PIÙ perché sono solo alcuni quelli la cui visibilità ha raggiunto l’impero del senso, mentre la maggior parte vuole solo stare sotto gli occhi di tutti (un luogo davvero molto insignificante, inutile ed evanescente, in realtà); DI PIÙ nel suo significato superlativo, nel senso che l’invisibilità è la più evasa sebbene sia anche l’atteggiamento più significativo e intenso.

Sapete perché? Perché visibilità non è sinonimo di trasparenza. Quello che si crede che gli altri stiano guardando non è ciò che corrisponde davvero a ciò che è dentro se stessi: ciò che appare e ciò che è sono due cose molto differenti.

Ne consegue che questa apparente visibilità è un suggerimento a pensare a ciò che si sta nascondendo ed è questo, l’invisibile, che diventa la fotografia nascosta della propria interiorità ed essa racconta chi si è davvero.

Sapete perché? Perché più ci si esibisce, più gli altri diventano sospettosi e sono attratti dalla falsità con lo scopo di scoprire la debolezza e renderla pubblica insieme alla insignificante mancanza di sincerità. L’inganno diventa l’icona del proprio essere e las prigione da cui non sarà facile scappare.

In un mondo in cui tutto sembra esistere solo se mostrato, è impossibile scappare dalla condanna degli occhi degli altri a meno che si viva secondo verità bandendo dalla propria vita ogni inganno e ogni bugia.

L’invisibilità, invece, di mostrare coraggiosamente ciò chi sei nelle cose grandi come in quelle piccole; l’invisibilità dà l’opportunità di vivere e di agire e vivere sinceramente la propria vita senza temere le cadute perché sai di poterti rialzare e continuare a percorrere il tuo cammino.

La tua visibilità non è qualcosa che devi a te stesso, essa dipende dallo sguardo dell’altro e io preferisco essere visibile per il bene e la verità non perché ho urlato per essere vista e a causa del m io inquieto bisogno di apparire. Io voglio essere me stessa, semplicemente e veramente… tutto il resto è qualcosa che può darmi più o meno piacere, ma non cambio chi io sono e dove voglio andare lealmente e con dignità

Preferisco la trasparenza alla visibilità.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.