The courage of simple things

We should teach children the courage of the simple things.

We should tell them that the heroes of the ordinary are stronger than the imaginary heroes of tales or comics or movie they are inspired to. We should show them how more satisfying is to defeat the horrible ogres which populate our daily life respect to those that fulfill the horrid and deviated fantasy of our imaginary compelled to respect the rules of dominium instead of those of sharing. We should tell them it is not necessary to invent enemies to fight with cruel weapons, but that it is better to learn to give a chance to our real present and become the knights of simplicity.

Let’s think about the many famous tales, what is really important is not that the knight or the Prince fight their enemies, but the reason why they do. It is usually to save not to possess, it is because of love for peace and order not because of personal interest, it is to establish freedom and serenity wherever and not to blow up their strength and power.

In the same tales there are also many invisible, or less visible protagonist  whose absence would deviate the meaning of the story. Let’s think for example about Cinderella and her mice and pumpkin… what would have happened if none of them had existed? What would have happened if Cinderella wouldn’t have believed in the magic which was inside her?

Yes, it is this the lesson we should teach: the magic is inside each of us and it’s up to us to give it the sound and music of life.

We should teach our children the courage of simple things, because there are so many of them who don’t estimate themselves enough, while there are lots of others who believe to be important and courageous confounding strength and courage with the violence of their actions. They are nothing more than silly and arrogant young people who believe in the wrong lessons we gave them: prevarication.

The real courage, the real heroes, are those who simply live and honestly. These, with dignity, give their life the opportunity to have a meaning and a direction.

 

Dovremmo insegnare ai bambini il coraggio delle cose semplici.

Dovemmo dire loro che gli eroi dell’ordinario sono più forti degli eroi immaginari delle favole, dei fumetti, dei film cui si ispirano. Dovremmo mostrare loro quanto sia più soddisfacente sconfiggere gli orribili orchi che popolano il nostro quotidiano rispetto a quelli che riempiono la fantasia orrida e deviata del nostro immaginario costretto a rispettare le regole de dominio invece di quelle della condivisione. Dovremmo dire loro che non è necessario inventare nemici da combattere con armi crudeli, ma che è meglio imparare a dare una possibilità al nostro presente reale e diventare cavalieri della semplicità.

Pensiamo alle tante favole famose, ciò che davvero è importante non è che il cavaliere o il principe combatta il nemico, ma la ragione per cui lo fanno. Di solito è per salvare non per possedere, è a causa dell’amore per la pace e l’ordine, non per interesse personale, è per stabilire la libertà e la serenità ovunque non per gonfiare la propria forza e il potere.

Nelle stesse favole ci sono molti. invisibili, o meno visibili, la cui assenza, però, devierebbe il significato della storia. Pensiamo, per esempio, a Cenerentola e ai suoi topini e alla zucca… che cosa sarebbe successo se non fossero esistiti? Che cosa sarebbe successo se Cenerentola non avesse creduto alla magia che era in lei?

Sì, è questa la lezione che dovremmo insegnare: la magia è dentro ciascuno di noi e dipende da noi darle il suono e la musica della vita.

Dovremmo insegnare ai nostri bambini il coraggio delle cose semplici, perché ci sono troppi tra loro che non si stimano abbastanza, mentre ce ne sono molti altri che credono di essere forti e coraggiosi, ma confondono la forza e il coraggio con la violenza delle proprie azioni. Non sono altro che sciocchi e arroganti ragazzi che credono nella peggiore delle lezioni che abbiamo impartito: la prevaricazione.

Il coraggio reale, i veri eroi, sono quelli che dicono semplicemente e onestamente. Questi, con dignità, danno alla propria vita l’opportunità di avere un significato e un direzione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...