The good we don’t want to see

Human beings share the apprehension because of the uncertainty of what we took for granted and then discovered it is not. And I like this, I mean, I like not to be granted unless of my living, because in the indefinite I can define my sense and my feelings, in the worst I can find the good to be built.

Many have forgot to play the game of happiness in their lives. They have thought that happiness as everything else belongs to us, it is something we must possess and keep in our hands as it were something concrete we could use, abuse, sell or buy forever. I suppose this is the worst of human attitudes. Happiness does not exist the way we want, it is a state of mind that is born when we are able to set ourselves free from any conditioning on the possession side.

Happiness is a state of mind which privileges relationships to goods, it can be born from the simplest things where you don’t have to pay anything back or where you are not compelled to lie and sell yourself to obtain it.

Happiness belongs to everyone and to nobody. It is the ability one has to change the worst in best and to discover that even in the dramatic situations you can find something good which helps you to start again.

Happiness is never a possession; when it becomes such,  it is no more happiness, but the prison of our feelings and the market where we have sold our freedom of being to the constrictions and fears of the utilitarianism.

There are so many simple and good things we don’t want to see! These are the ones that none asks because none can imagine how great the advantage of simple and humble and honest things is.

Rather than lose myself in the labyrinth of no-sense I prefer to discover myself in the value of the smallest good things which make me smile in the sincere, beautiful and joyful wish to live and give life a meaning.

 

Gli esseri umani condividono l’apprensione per le incertezze di ciò che avevo considerato certo e che poi abbiamo coperto non esserlo. Questo mi piace, voglio dire, mi piace non avere certezze se non quella di essere viva, perché nell’indefinito posso definire il mio senso e i miei sentimenti, nelle cose peggiori posso trovare il bene che si può costruire.

Molti hanno dimenticato di giocare al gioco della felicità nella loro vita. Hanno pensato che la felicità, come qualsiasi altra cosa, ci appartenesse, che fosse qualcosa da possedere e tenere stretta tra le mani come se fosse qualcosa di concreto da usare, abusare, vendere o comprare per sempre. Credo che questo sia il peggiore dei comportamenti umani. La felicità non esiste come la vogliamo, essa è uno stato mentale che nasce quando siamo capaci di liberarci da ogni condizionamento da parte del possesso.

La felicità è una condizione mentale che preferisce le relazioni alle merci, può nascere dalle cose più semplici per le quali non devi pagare nessun riscatto e nelle quali non sei costretto a mentire e a venderti pur di ottenerle.

La felicità appartiene a tutti e a nessuno. È la capacità d cambiare il peggio in meglio e di scoprire che persino nelle situazioni più drammatiche si può trovare qualcosa di buono che aiuti a ricominciare. 

La felicità non è mai possesso; quando lo diventa, non è più felicità, ma la prigione dei nostri sentimenti e il mercato dove abbiamo venduto la nostra libertà di essere alle costrizioni e ai timori dell’utilitarismo.

Ci sono così tante cose buone e semplici che non vogliamo vedere! Sono queste quelle che nessuno chiede perché nessuno può immaginare quanto sia grande il vantaggio delle cose semplici e umili e oneste.

Piuttosto che perdermi nel labirinto del no-sense, preferisco scoprirmi nel valore delle piccole cose buone che mi fanno sorridere nel desiderio bello, sincero e gioioso di vivere e dare vita al senso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.