The world I like

Whatever we do, however we are, we should never forget we cannot do anything without the others. They are not obstacles to our being nor they are instruments to be used at our pleasure, they are the essence itself of our opportunity to exist.

We are nothing without the others, we are empty shells in a liquid age where everything can be used and adapted but nothing, or better only a few people, preserve and share their freedom of being and exist.

No words cried to be listened or to put the others under our own control can really command any free heart or induce it to betray the solidity of its faith and trust in the others. My freedom exists as long as the others’ does and it follows and enters their world as mine is visited and changed by theirs.

Wherever we are, whoever we are, we are nothing else than people whose value is measured according to the ability of sharing and performing our lives in relation with the others and their ideas and feelings.

I don’t want a world where each individual chooses an even stricter and narrow-minded idea of individualistic life. I want a world where each one is free to declare his/her freedom to be human beings and to be human forever, a world where recognizing the others and their truth is a consolidated action, one which makes us all really free and life passionate.

Is it a dream? Probably, but how wonderful to have still the courage to dream and move to realize such a dream!

 

Qualsiasi cosa facciamo, in qualsiasi modo ci comportiamo, non dovremmo mai dimenticare che non possiamo fare niente senza gli altri. Gli altri non sono ostacoli al nostro essere né sono strumenti che possiamo usare a nostro piacere, essi sono l’essenza stessa della nostra possibilità di esistere.

Siamo nulla senza gli altri, siamo gusci vuoti in un’epoca liquidatore tutto può essere usato e adattato ma niente, o meglio solo poche persone, preservano e condividono la propria libertà di essere ed esistere.

Nessuna parola che sia urlata per essere udita o per porre gli altri sono il nostro controllo, potrà mai comandare un cuore veramente libero o indurlo a tradire la solidità di ciò in cui crede e la fiducia negli altri. La mia libertà esiste fino a quando esiste quella degli altri ed essa prosegue ed entra nel loro mondo come il mio è visitato e mutato dal loro.

Ovunque siamo, chiunque siamo, non siamo altro che persone il cui valore si misura in base alla capacità di condividere e rappresentare la propria vita in relazione con gli altri e le loro idee e sentimenti.

Non voglio un mondo in cui ciascun individuo scelga un’idea di vita individualista persino più gretta e meschina. Voglio un mondo in cui ciascuno sia libero di dichiarare la propria libertà di essere umano e disertare umano per sempre, un mondo in cui riconoscere gli altri e la loro verità sia un atto consolidato, un mondo che ci renda tutti davvero liberi e appassionati alla vita.

È un sogno? Forse, ma come è bello avere ancora il coraggio di sognare e di agire per realizzare un tale sogno!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...