White pages

There are many white pages which are waiting to be fulfilled. These are not only the pages or your copybook where you take notes about what you are doing or the pages of your diary where you confess your deepest thoughts, neither they are the pages of your planner where you write the appointments of your businesses.

No, those are only some of the many white pages every day you have to confront. Those are the visible pages, the ones you can fulfill only by taking your pen or pushing your keyboard’s buttons to make at least more evident what you have organized or decided about yourself and your time.

There are, anyway, other white pages which remain hidden in the solitary consistency of your mind and which it seems impossible to give or choose a shape to, so much confused they are in your thought, sometimes suffering, others silently paying the ransom of their have being occulted.

How can you write them? How can you give them a visible presence into your life likewise into the other’s? Questions difficult to be answered unless you decide to be bared of any useless appearance and show the truth of your feelings and your being.

You can also think as dangerous for you or the others to reveal your interior white pages where, you know perfectly well, though no letter nor word has still been written visibly, many are the engravings your life and your conscience have sculpted over them.

Yet, these are the true pages in the book of your life, those no one can wipe off, neither you. These are the pages which whisper you who you really are and who you want to be. These are the pages where your soul is caught like in a cage whose key you are the only one to possess. These are the pages you should find the courage to set free in order to make yourself and your existence more believable and true.

 

Ci sono molte pagine bianche che aspettano di essere riempite. Queste non sono solo le pagine del quaderno dove si prendono appunti su ciò che si fa o le pagine del diario dove si confessano i propri pensieri più profondi, e nemmeno sono le pagine dell’agenda dove si scrivono gli appuntamenti dei propri impegni.

No, quelle sono solo alcune delle molte pagine bianche con le quali ogni giorno ci si deve confrontare. Quelle sono le pagine visibili, quelle che si possono riempire solo prendendo una penna o premendo i tasti della tastiera per rendere più evidente ciò che si è organizzato o deciso per la propria vita e il proprio tempo.

Ci sono, invece, altre pagine bianche che restano nascoste nella solitaria coerenza del pensiero e cui sembra impossibile dare o scegliere una forma per quanto siano confuse nel pensiero, qualche volta soffrendo, altre pagando in silenzio il riscatto del loro essere state occultate.

Come si fa a scriverle? Come si può dare loro una presenza visibile nella propria vita come in quella degli altri? Domande difficili da rispondere a meno che si decida di spogliarsi di ogni inutile esteriorità e mostrare la verità dei propri sentimenti e del proprio essere. 

Si può persino pensare che sia pericoloso per sé e per gli altri rivelare le proprie pagine bianche interiori sulle quali, si sa, sebbene nessuna lettera o parola sia stata ancora resa visibile sono molti i segni che la vita e la coscienza vi hanno scolpito.

Eppure, sono queste le pagine vere del libro della propria vita, quelle che nessuno può cancellare, neanche tu stesso. Queste sono le pagine che suggeriscono chi sei e che cosa vuoi essere davvero. Queste sono le pagine dove la tua anima è chiusa come in una gabbia le cui chiavi sei l’unico a possedere. Queste sono le pagine che bisognerebbe trovare il coraggio di liberare per rendere se stessi e la propria esistenza più vera e credibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.