Whatever the language we call…

Whatever the language we call the things, they show the same object, though not always the same content. A sky is the sky also if you name it cielo or Боже (Bozhe) or lug or يا إلهي (yạ ạ̹lhy) or 上帝 (shàng dì) or ọrun or anga.

What we live under that sky, the same we all can see and name, depends on the case. None can choose when and where to be born neither we can decide whether to be born. It’s only the case which determines our time and place of birth. It’s only the case which establishes if we shall grow in the richest or poorest side of this globe.

It’s not a question of more or less dignity, it’s not a question of worth or merit: it’s only the case, the one someone likes calling fate.

Once established the randomness of our birth, we should also specify that no one is obliged to remain the same and in the same place, no one is condemned to live in misfortune, no one is compelled to suffer.

What we are going to do with our own life it’s up to each of us, the only thing we should hope is that what each one does is not only for his own best but because there weren’t anywhere people submitted to sufferings because of the case.

Life is a question of respect not of superiority, of sharing not of oppression, of exchange not of repression.

There are words in each language we should put in evidence such as peace, harmony, solidarity, listening, confronting, etc.

We should never forget to be a part of the same universe born to be community; we should never dismiss and sell our humanity for the benefit of a few who pretend to be the strongest. It’s not on strength that human relationships are based; it’s not on predominance of a part on the other that we discover to be human beings.

 

In qualsiasi lingua diamo un nome alle cose, esse mostrano lo stesso oggetto, sebbene non sempre lo stesso contenuto. Il cielo è il cielo anche se si dice sky o Боже (Bozhe) o lug o يا إلهي (yạ ạ̹lhy) 上帝 (shàng dì) ọrun o anga.

Ciò che viviamo sotto quel cielo, lo stesso che tutti possiamo vedere e nominare, dipende dal caso. Nessuno può scegliere quando e dove nascere e nemmeno possiamo decidere se nascere. È solo il caso che determina quando e dove nasciamo. È solo il caso che stabilisce se cresceremo nella parte più ricca o in quella più povera del globo. 

Non è una questione di maggiore o minore dignità, non è una questione di valore o di merito: è soltanto il caso, quelli che alcuni chiamano destino.

Una volta stabilita la casualità della nostra nascita, bisogna anche specificare che nessuno è obbligato a rimanere lo stesso e nello stesso luogo, nessuno è condannato a vivere nella sfortuna, nessuno è costretto a soffrire.

Ciò che faremo della nostra vita dipende da ciascuno di noi, ciò che dovremmo sperare è che ciò che ciascuno fa non sia solo per il proprio bene, ma perché non ci siano da nessuna parte persone sottomesse alla sofferenza a causa del caso.

La vita è una questione di rispetto non di superiorità, di condivisione non di oppressione, di scambio non di repressione.

In ogni lingua ci sono parole che andrebbero messe in evidenza, come pace, armonia, solidarietà, ascolto, confronto, etcetera.

Non dovremmo dimenticare mai di essere parte dello stesso universo nato per essere comunità; non dovremmo mai abbandonare e vendere la nostra umanità a beneficio di quei pochi che pretendono di essere più forti. Non è sulla forza che si basano le relazioni umane; non è sul predominio di una parte sull’altra che scopriamo di essere esseri umani.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.