Difícil es morir tan facil vivir aunque es mas difícil saber vivir

Dying is difficult, very easy to live; yet, it is more difficult to know how to live. A simple lesson each one should learn but no one, or only a few, actually do.

Oddly, this is a lesson more difficult to learn in our time, though everyone is willing to live or seems to. It is strange because in the way we live we are not vowed to life but to death. We move, we toss and turn in the bed of our life looking for an ease we cannot find because what we are searching for is usually made up of objects, things to possess and not relationships to be built.

We want life but we produce death, because the consequence of individualism is death, moral and human death though we survive in our bodies lost in darkness.

The satisfaction we are looking for is the satisfaction of the superficial pride as we live on surface without diving deep in the ocean of our real needs: the others. Yes, however we try to be at the top crushing under our feet the others when they have almost reached us, we need them, we cannot live without them, they are the beginning and the end of our own existence.

Pay attention, we don’t need the others to use them, to slave them to our requests and whims; we need the others because they are the missing part of ourselves, we complete each other without commanding one onto the other but just coping each other and each other helping to discover how difficult but beautiful living is.

They call it cooperation, sharing, collaboration and reciprocity. It’s a style of life which probably will not put one or the other at the top, but that will surely lead us all beyond the choking surface inside the people’s hearts, in favor of love and passion for honesty, dignity, life.

 

Morire è difficile, più facile è vivere, sebbene sia più difficile saper vivere. Una lezione semplice che ognuno dovrebbe imparare ma che nessuno, o pochi, impara davvero.

Stranamente, questa è una lezione più difficile da imparare oggi, sebbene tutti siano desiderosi di vivere o almeno così sembra. È strano perché  con il nostro modo di vivere non sembriamo votati alla vita ma alla morte. Ci muoviamo, ci giriamo e rigiriamo nel nostro letto di vita cercando una comodità che non troveremo perché quello che stiamo cercando è di solito costituito da oggetti, cose da possedere e non da relazioni da costruire.

Vogliamo la vita ma produciamo la morte, perché la conseguenza dell’individualismo è la morte, una morte morale e umana sebbene sopravviviamo nei nostri corpi persi nell’oscurità.

La soddisfazione che cerchiamo è la soddisfazione dell’orgoglio superficiale, poiché viviamo in superficie senza tuffarci nel profondo oceano dei nostri bisogni reali: gli altri. Sì, per quanto tentiamo di rimanere in cima schiacciando sotto i piedi gli altri quando stanno per raggiungerci, noi abbiamo bisogno di loro, non possiamo vivere senza di loro, essi sono l’inizio e la fine della nostra esistenza.

Attenzione, non abbiamo bisogno degli altri per usarli, per renderli schiavi delle nostre richieste e capricci; abbiamo bisogno degli altri perché sono la parte mancante del nostro essere, ci completiamo senza comandare l’uno sull’altro, ma solo confrontandoci e  aiutandoci a scoprire quanto sia difficile ma bello vivere.

Si chiama cooperazione, condivisione, collaborazione e reciprocità. È uno stile di vita che probabilmente non metterà l’uno o l’altro in cima, ma che di certo ci condurrà tutti oltre la superficie soffocante nel cuore delle persone, in favore dell’amore e della passione per l’onestà, la dignità, la vita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...