Emotions

Emotions are the instrument but not the aim nor the end of a human research. It is not in the emotions that the fight for the rights can finish or stop its meaning. It is not rare to feel emotions but it is certainly rarer to lead them to solutions which could concern the need likewise the work in order to make that need a reality for those who ask and for those who try to answer.

Emotions are not the end of a voyage, they are the vessel which could land us in new harbors and new routes. They are the veils of our imperfect boat which sails to meet a port where to stay and where to live and choose the shape we want to give to our own heart.

Emotions can also be a limit to your travel if you are unable to cross the difficulties you know you will meet and to stop to believe in humanity because you fear to change and involve yourself in the change.

Emotions are a beautiful beginning of a sense which has yet to be built up out of the indifference and the only  apparent bond to other stories and other lives.

Emotions are not the goal but the path you can walk in order to find out a trace of the human being you are and should continue to be.

The day after the exhibition of the emotions, the real change begins.

 

Le emozioni sono lo strumento, ma non lo scopo né il fine della nostra ricerca umana. Non è nelle emozioni che può dissolversi o smettere di avere un significato la lotta per i diritti . Non è raro provare emozioni, ma è certamente più raro condurle a soluzioni che riguardino i bisogni come il lavoro da fare in modo che quel bisogno diventi una realtà per quelli che chiedono ma anche per quelli che provano a rispondere.

Le emozioni non sono la fine del viaggio, esse sono il vascello che può farci approdare in nuovi porti e condurci lungo nuove rotte.

Esse sono le vele della nostra barca imperfetta che naviga per trovare un porto dove fermarsi a vivere e a scegliere la forma che si vuole dare al proprio cuore.

Le emozioni possono anche essere un limite al proprio viaggio se si è incapaci di attraversare le difficoltà che sappiamo incontreremo e se si smette di credere nell’umanità perché si teme il cambiamento e di essere coinvolti nel cambiamento.

Le emozioni sono un bell’inizio di un senso che deve ancora essere costruito fuori dall’indifferenza e dal legame solo apparente con altre storie e altre vite.

Le emozioni non sono il traguardo ma il percorso che si può percorrere allo scopo di ritrovare una traccia dell’essere umano che siamo e che dovremmo continuare a essere.

Il giorno dopo l’esibizione delle emozioni comincia il vero cambiamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...