No man is an island, each man is a resource

I see men and women who hope at dawn and die at sunset. I see men and women who think they have the right to live, but whom it is not recognized by those who believe to have the right of life and that over them. I see ignorance and prejudice which are devouring love and pity. I see lies and fights against the people and not for them. I see a corrupted humanity to decide for the best and worst without they know what it is and at what time.

No man is an island but we are all alone. No man is an island but we are all egoist. No man is an island but we can only walk in our own shoes. Yet, they say no man is an island.

To tell the truth, each man is a resource, not an economical one to be exploited as we already do, but a human resource. Recognizing every human being right to live (which is a natural right not one established by any law), we would recognize ourselves the right to be and exist, because we are nothing without the others: we do not exist but to live and exist next to others…

To be next is an almost disappeared privilege submitted by the supposed power to be above the others. It is with our presumption that we destroy the feeling of humanity changing our present in a close island where neither birds in the sky nor the dolphins in the bay want to come and visit us to join the joy and the true sense of life.

No man is an island but a resource… we don’t repeat this frequently as we should.

 

Vedo uomini e donne che sperano all’alba e muoiono al tramonto.Vedo uomini e donne che pensano di avere il diritto di vivere, ma ai quali esso non viene riconosciuto da coloro che credono di avere il diritto di vita e di morte su di loro. Vedo ignoranza e pregiudizio che divorano l’amore e la compassione. Vedo bugie e lotte contro le persone e non a loro favore. Vedo un’umanità corrotta decidere per il meglio e il peggio senza che sappiano che cosa sia e quando è il tempo per l’una o l’altro.

Nessun uomo è un’isola ma siamo tutti soli. Nessun uomo è un’isola ma siamo tutti egoisti. Nessun uomo è un’isola ma camminiamo guardando solo a noi stessi. Tuttavia, si dice che nessun uomo sia un’isola.

A dire il vero, ogni uomo è una risorsa, non di tipo economico da sfruttare come stiamo già facendo, ma una risorsa umana. Riconoscere a ogni essere umano il diritto di vivere (che è un diritto naturale, e non stabilito dalla legge), riconosceremmo anche a noi stessi il diritto di essere ed esistere, barche siamo niente senza gli altri: noi esistiamo e viviamo  se non per esistere e vivere accanto agli altri…

Essere accanto è un privilegio quasi del tutto scomparso sostituito dal supposto potere di essere al di sopra degli altri. È con questa presunzione che distruggiamo il sentimento dell’umanità cambiando il nostro presente in un’isola chiusa dove né gli uccelli nel cielo né i delfini nella baia voglio venire a trovarci per condividere con noi la gioia e il vero senso della vita.

Nessun uomo è un’isola ma una risorsa… non lo ripetiamo abbastanza come dovremmo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...