When freedom limits your liberty… which seems a paradox, but it is not!

Let’ start from this: freedom and liberty… are they the same? Is it only a pun? No, it is not. Freedom is the personal ability to make decisions by ourselves; liberty  is the right that has been given by law. Freedom (free+dom) determines your ability to make choices, but it is regulated by liberty (liber, that is a man legally free) whose aim is to guarantee that the personal freedom (which remains) does not put in danger the others (who are however free). Freedom and liberty are both fundamental, they remind to us that though we are born free, we are born to live amidst the others we have to share our own experience with. Without freedom we should’t have ideas, projects, ambitions; without liberty we shouldn’t have the manner to put in common our desires with others’ ones. A righteous society is based on the balance between freedom and liberty.

What happens when liberty overcomes freedom? That the rights decided do not correspond to people’s needs; the possible consequence is the rebellion, the request for a revolution in order to make the laws cope with the natural rights of the citizens as well as with their need to improve and develop.

What happens when freedom surpasses liberty? That the individualisms prevails over the  people real needs, they are defeated by personalism because the screamed proclaims and the creation of false dangers produce a widespread confusion with no return.

Its seems to be a paradox, but when freedom acquires the right to decide for good and evil, it is often in the complete lack of any respect for the liberty of each person. This is the reason why we use to say that our freedom ends when the freedom of another begins. That’s to say we don’t have to forget our communities are made up of people with their own differences which contribute to the harmony of the groups while authorizing the essence of freedom confirmed and supported by liberty.

Moreover, I like to say that our freedom does not end when it meets the freedom of the others, but it continues in it as well as it is true the contrary (i.e.: other’s freedom continues in ours). In the globalized world we shouldn’t forget that globalization is not synonym of massification according to the western standard, rather it intends the unification of free but common ruled experiences and cultures which define themselves and find a meaning to their existence thanks to the liberty we share and choose in freedom.

 

Cominciamo da questo: libertà di persona e libertà di diritto* in italiano abbiamo una sola parola per dire <<libertà>>, in inglese ce ne sono due <<freedom/liberty>>. Sono la stessa cosa?  È solo un gioco di parole? No, non lo è. La libertà di persona è la capacità personale di fare delle scelte da soli; la libertà di diritto è stabilita dalla legge. La libertà di persona determina la capacità di fare delle scelte, ma è regolata dalla libertà di diritto il cui scopo è garantire che la libertà personale (che resta) non metta in pericolo gli altri (che anche sono liberi). La libertà di persona e la libertà di diritto sono entrambe fondamentali, esse ci ricordano che sebbene siamo nati liberi, siamo nati per vivere in mezzo agli altri con i quali dobbiamo condividere le nostre esperienze. Senza la libertà di persona, non avremmo idee, progetti, ambizioni; senza la libertà di diritto non avremmo modo di mettere i nostri desideri in comune con quelli degli altri. Una società giusta si basa sull’equilibrio tra libertà di persona e libertà di diritto.

Che cosa accade quando la libertà di diritto vince la libertà di persona? Che i diritti stabiliti non corrispondono ai bisogni delle persone; la possibile conseguenza è la ribellione, la richiesta di una rivoluzione allo scopo di far corrispondere le leggi con i diritti naturali dei cittadini come anche con il loro bisogno di migliorarsi e crescere.

Che cosa accade quando la libertà di persona supera la libertà di diritto? Che l’individualismo prevale sui reali bisogni delle persone, essi sono sconfitti dal personalismo perché i proclami urlati e la creazione di falsi pericoli producono una crescente confusione senza ritorno.

Sembra un paradosso, ma quando la libertà di persona acquisisce il diritto di decidere il bene e il male, è spesso nella totale mancanza di ogni rispetto per la libertà di diritto di ciascuno. Ecco perché si usa dire che la nostra libertà finisce quando comincia la libertà dell’altro. il che significa che non dobbiamo dimenticare che le nostre comunità sono costituite da persone la cui differenza contribuisce a creare l’armonia dei gruppi mentre autorizza l’essenza della libertà di persona  confermata e sostenuta dalla libertà di diritto.

Inoltre, mi piace dire che la nostra libertà non finisce quando essa incontra la libertà degli altri, ma continua in essa come anche è vero il contrario (cioè, che la libertà dell’altro prosegue nella nostra). Nel mondo globalizzato non dovremmo dimenticare che globalizzazione non è sinonimo di massificazione secondo lo standard occidentale, piuttosto essa intende l’unificazione di esperienze e culture libere ma con regole comuni che si definiscono e danno senso alla propria esistenza grazie alla libertà di diritto che condividiamo e scegliamo in libertà di persone.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.