‘The Shadow-Line’, the border between the before and the after.

‘The Shadow-Line’ by J. Conrad is a novel everyone should read more than once. It is not a story for young boys and girls as it is usually supposed to be, it is a story of passage from age to age, from decision to decision, from choice to choice.

It is  the story of a Mariner, very typical since the English Romanticism (think about ‘The Rhyme of the Ancient Mariner’ by S.T. Coleridge, or the same ‘Frankestein, a Modern Prometheus’ by M. Shelley where an important frame of the Chinese-box narration is determined by the Captain unresolved about what route to lead); a mariner who represents, or should, each person who is looking for something to be changed in his/her life.

The Captain did not know what and where and when and how he was going to change, but he knew that something was going to happen, something beyond his imagination, something he did not know how would have occurred neither if he would have been able to win the adversity and become responsible of his life as well as the crew’s ones. But he left and followed the course of the necessities, he took decisions he did not expect he was capable of, he suffered but did not renounce to land the harbor, to keep his crew and ship and he himself safe.

The Captain, as he said, <<Whatever I expected I did not expect to be beset by hurricanes>>, won the hurricanes only thanks to the strength of his confidence in life. He suddenly understood he was the master of his ship which represented his life, and he had to govern and rule it being also responsible of others’ lives, the crew.

I will not tell you how everything happen, but I am sure that what the Captain did, his realizing to be the master of his choices is a good and right warning and suggestion for whoever desires to discover and accomplish his/her true sense and direction in the life to come.

The shadow-line separates the before from the after, but also the conscious from the unconscious; to cross it means to decide and choose who you want to be and what you want to do of and in your life.

“La linea d’ombra” di J. Conrad è un romanzo che ciascuno dovrebbe leggere più di una volta. Non è una storia per ragazzi come usualmente viene intesa, ma è la storia del passaggio da una fase all’altra, da una decisione all’altra, da una scelta all’altra.

È la storia di un Marinaio, molto tipico fin al Romanticismo inglese (pensate alla “Ballata del vecchio Marinaio” di S. T. Coleridge, o allo stesso “Frankestein, un moderno Prometeo” di M. Shelley dove un’importante cornice della struttura narrativa a scatola cinese è determinata da un capitano indeciso su quale rotta intraprendere);  un marinaio che rappresenta, o dovrebbe, ogni persona che comprende di dover cambiare qualcosa nella propria vita.

Il Capitano non sapeva cosa e dove e quando e come sarebbe cambiato, ma sapeva che qualcosa sarebbe successo, qualcosa oltre la sua immaginazione, qualcosa che lui non sapeva come sarebbe accaduto né se sarebbe stato capace di vincere le avversità e diventare responsabile della propria vita come di quelle della sua ciurma. Eppure, partì e seguì il corso della necessità, prese decisioni di cui non si credeva capace, soffrì ma non rinunciò a portare al sicuro in porto la sua nave e la sua ciurma.

Il Capitano,come egli steso disse, <<Qualsiasi cosa mi aspettassi, non credevo che sarebbe stato deciso dagli uragani>>, sconfisse gli uragani solo grazie alla sua fiducia nella vita. All’improvviso, comprese di essere il padrone della sua nave che rappresentava la sua vita, e che doveva governarla e darle delle regole non dimenticando di essere anche responsabile della sua ciurma, cioè della vita degli altri.

Non dirò come ogni cosa è accaduta, ma sono certa che ciò che fece il Capitano, il suo aver compreso di essere il padrone delle proprie scelte è un monito e un suggerimento giusto e adatto per chiunque desideri scoprire e realizzare il proprio vero senso e direzione nella vita.

La linea d’ombra separa il prima dal dopo, ma anche il conscio dall’inconscio; oltrepassarla significa decidere e scegliere chi si vuole essere e che cosa si vuole fare della e nella vita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...